Rapita e costretta a prostituirsi con 20 uomini

By | 9 gennaio 2018

UK 14enne rapita sfruttataUna 14enne inglese ha vissuto 5 giorni da incubo. Tre ragazzi l’hanno rapita e costretta a prostituirsi in una casa con 20 uomini. La giovane è stata salvata dalla Polizia. Alcuni agenti l’hanno notata mentre tentava di uscire da una finestra del bagno, al primo piano. Indossava solo biancheria intima. Gli aguzzini della minorenne, Jake Cairns, Brandon Sharples e Jack McInally, sono stati arrestati. I 3 sono accusati di aver favorito lo sfruttamento di una minorenne. Giovedì prossimo la Birmingham Crown Court emetterà la sentenza.

Rapita nel 2015

La teenager era stata rapita nel 2015. Un parente ne aveva segnalato la scomparsa e la Polizia aveva avviato le ricerche.

Grazie a diverse informazioni, gli agenti sono riusciti a scoprire il luogo dove la ragazzina veniva segregata e costretta a consumare rapporti con gli uomini. Nell’arco di 5 giorni, ultimamente, si era dovuta concedere a 20 soggetti.

Dopo aver forzato la porta della casa, i poliziotti hanno messo le manette a McInally, Cairns e Sharples.

Gli investigatori hanno scoperto che Cairns aveva anche immortalato la 14enne, pubblicando poi le foto su Viva Street, un sito per adulti.

Gli investigatori ha scoperto un indirizzo email che lega Cairns alla pubblicità.

Il volto dell’adolescente, in una foto, è coperto, ma è ben visibile la collana che portava sempre.

Sfruttamento scioccante

‘Questi tre uomini sono stati coinvolti nello scioccante sfruttamento di una giovane ragazza. Hanno approfittato della sua tossicodipendenza e ricavato soldi costringendola a consumare rapporti intimi con estranei’, ha detto l’investigatore Jon Barker.

‘Cairns inizialmente aveva negato di conoscere la ragazza, ma in seguito ha cambiato la sua versione, dopo essere stato scoperto durante una procedura di identificazione e quando le nostre indagini finanziarie hanno dimostrato che aveva pagato la pubblicità di Viva Street mediante il suo conto bancario’, ha aggiunto il detective inglese, auspicando che i 3 spietati e disumani ragazzi vengano condannati a lunghe pene detentive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.