Ritrova la figlia dopo 24 anni: l’emozione di un tassista cinese

By | 4 aprile 2018

ritrovare-figlia-cinaLa Cina si è emozionata davanti a una storia a lieto fine, quella di una coppia di genitori che hanno ritrovato la figlia dopo 24 anni di ricerche. Wang Mingqing e sua moglie Liu Dengying facevano i venditori di frutta a Chengdu quando la loro piccola Qifeng scomparve. Era il 1994. Il signor Wang aveva lasciato sola, per pochi istanti, la figlioletta di 3 anni. Si era recato presso una bancarella vicina per ottenere il cambio per un cliente. Quando era tornato, la piccola non c’era più. Era iniziata così una ricerca spasmodica durata più di 20 anni.

Ricerche e speranze

Liu, in lacrime, ha raccontato durante un’intervista televisiva: ‘Nostra figlia conosceva solo i nostri nomi e non sapeva dove vivevamo. Nei 6 mesi successivi alla scomparsa camminavo in continuazione con la speranza di trovarla, e mio marito andava in bicicletta. Era come trovare un ago in un pagliaio’.

Qualche anno dopo Wang aveva smesso di vendere frutta, diventando tassista. Tale mestiere ha portato l’uomo a perlustrare la città di 14 milioni di persone. Wang non ha mai smesso di sperare, anzi ha sempre creduto che prima o poi avrebbe riabbracciato la figlia. Il tassista aveva anche messo un cartello sul finestrino dell’auto e stampato tanti biglietti con le informazioni di sua figlia. Non finisce qui: Wang raccontava la sua storia a tutti i clienti desiderosi di ascoltarla.

Qifeng oggi ha 27 anni

Pian piano la storia commovente della scomparsa della bimba cinese è balzata su numerosi tabloid locali; poi è stata riportata dall’emittente nazionale China Central Television. La coppia di genitori, però, non aveva mai avuto notizie della bimba scomparsa, finché un poliziotto non ha realizzato un ritratto della giovane. Grazie a tale immagine, il caso è diventato di pubblico dominio. Qifeng oggi ha 27 anni e vive a migliaia di chilometri di distanza dai genitori naturali. La ragazza ha cercato di conoscere il padre e la madre biologici dopo che quelli adottivi le avevano detto che era stata trovata per strada.

Padre e figlia si sono incontrati, dopo 24 anni, nei giorni scorsi. Un momento a dir poco emozionante. Il tassista cinese, felice e in lacrime, ha abbracciato sua figlia, dicendo: ‘D’ora in poi, tuo padre è qui. Non devi preoccuparti di nulla, tuo padre ti supporterà’. Le immagini della reunion sono state pubblicate sui social media e diffuse dalle emittenti televisive di tutto il mondo.

Il sogno di riabbracciare la figlia scomparsa

I genitori cinesi, dopo la scomparsa di Qifeng, avevano avuto un altro figlio ma non avevano mai smesso di cercare la primogenita. Dopo aver riabbracciato i genitori naturali, nei giorni scorsi, la ragazza si è messa a piangere e ha detto ai giornalisti: ‘Il mondo intero mi aveva detto che non avevo una madre, invece ce l’ho’.

Il signor Wang, in questi ultimi anni, è stato contattato da varie ragazze che credevano di essere sue figlie, ma i risultati dei test del DNA erano sempre negativi. Tre anni fa Wang aveva deciso di diventare tassista per Didi Chuxing, sperando che il suo nuovo mestiere potesse permettergli di realizzare il suo sogno, ossia trovare sua figlia. ‘Ho ricevuto 4.839 richieste di corse da quando sono diventato un tassista Didi. Negli ultimi due anni ho sempre aspettato un passeggero, la mia figlia scomparsa’, ha detto Wang ai microfoni del China Daily.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.