News

Robin Williams, nuove ipotesi sul suicidio

La depressione che ha portato Robin Williams al suicidio si sarebbe aggravata dopo l’annullamento del suo show personale

Fonti molto vicine all’attore Robin Williams – stando al quotidiano TMZ – rivelano che l’attore avesse subito in maniera psicologicamente devastante l’annullamento del suo show “The Crazy Ones”. La fonte, che era stata a stretto contatto con il Peter Pan di Hook capitan Uncino, riferisce che nell’ultimo mese l’attore era estremamente teso.
robin williams

“La mia faccia è ovunque. Tutto lo show è sulle mie spalle.”
Era solito dire.

La cancellazione dello spettacolo dopo una sola stagione avrebbe peggiorato il suo stato di frustrazione già patito da Robin Williams a causa di un periodo professionale non molto felice. Il tempo dei grandi ruoli che l’avevano reso celebre sembravano lontani e, come se non bastasse, negli ultimi mesi era giunta la notizia del Parkinson.
Tuttavia secondo un confidente, i medici avevano rassicurato Robin sul fatto che i primi sintomi della malattia sarebbero affiorati solamente fra 6 o massimo 7 anni.
Stando a queste indiscrezioni, l’arrivo al centro Hazelden dove Robin Williams si era recato il mese scorso non sarebbe dovuto all’uso di sostanze stupefacenti, ma ad una crisi depressiva che si era aggravata terribilmente a causa di quell’ultima, fatale, delusione.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.