Roma, bidello orco molestava bimbi di 4 anni: arresto in flagranza

By | 29 ottobre 2016

Un bidello è stato arrestato a Roma con l’accusa di violenza sessuale aggravata. Il collaboratore scolastico, residente a Tivoli, avrebbe abusato di bimbi di 4 anni. Ad inchiodarlo sono state le telecamere di video sorveglianza installate dagli agenti della Squadra mobile di Roma. Le indagini sono iniziate dopo la denuncia presentata dai genitori di diversi bimbi.

 

Bidello di Tivoli denunciato dai genitori

I genitori di molti ragazzini di una scuola materna romana avevano denunciato il bidello dopo le rivelazioni agghiaccianti dei piccoli. Il 57enne avrebbe più volte palpeggiato i ragazzini nei locali scolastici. I poliziotti hanno subito iniziato ad indagare sulla vicenda. Gli accertamenti sono andati avanti per un bel po’ e, alla fine, il bidello è stato arrestato in flagranza di reato. Adesso gli agenti stanno cercando di scoprire se il collaboratore scolastico ha altri precedenti penali. Il 57enne, secondo i primi accertamenti, agiva sempre allo stesso modo, ovvero chiedendo ai bimbi di giocare con lui. Gli abusi sarebbero avvenuti quando le maestre erano lontane dalle aule.

Attualmente il collaboratore è accusato di aver molestato 4 bimbi tra i 4 e i 5 anni, ma non si escludono altri casi. Il bidello è stato arrestato venerdì scorso, dopo essere stato sorpreso a molestare 2 bimbi in una stanza della scuola materna. Sembra che il 57enne abbia prima fatto credere ai bimbi di voler giocare con loro e poi ha cercato di molestarli. Le maestre non si trovavano nei paraggi. Le scene immortalare dalle telecamere di sorveglianza installate dai poliziotti sono inequivocabili. Innegabile, dunque, la responsabilità dell’inserviente scolastico che, ora, si trova nel carcere di Regina Coeli in attesta della convalida dell’arresto.

Genitori attoniti

Non è la prima volta, purtroppo, che un collaboratore scolastico finisce in manette per abusi sui minori. I genitori romani sono rimasti allibiti dinanzi alle parole dei figli. Il comportamento dei minori, inoltre, era mutato. Le indagini proseguono e non è escluso che l’uomo abbia molestato altri alunni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.