Roma, “Gusto” chiuso per carenze igienico-sanitarie: scarafaggi e arnesi vecchi

By | 31 marzo 2016

Roma: "Gusto" riapre dopo stop?La notizia della chiusura del ristorante “Gusto” per gravi carenze igienico-sanitarie aveva lasciato di stucco. Ora il locale in piazza Augusto Imperatore, a Roma, dovrebbe riaprire

 

 

“Il locale non è proprio di primo pelo”

Il noto locale romano venne chiuso prima di Pasqua, al termine di un controllo degli ispettori dell’Asl e degli uomini del Nas. Vennero riscontrate gravi violazioni delle norme igienico-sanitarie. Nel ristorante è stata accertata la presenza di macchinari vecchi e poca igiene. Il titolare di “Gusto”, Alessandro Tudini, ha detto:

“Sono venuti gli ispettori a fare un controllo e hanno riscontrato qualche piccola mancanza, ma nulla di importante, nulla che sia dannoso per i nostri clienti; altrimenti avrebbero messo i sigilli al locale. Hanno notato per esempio le piastrelle in cucina che erano sbeccate e che abbiamo provveduto subito a cambiare”.

loading...

Tudini ha sottolineato che durante il controllo è stato accertato il pessimo stato dei macchinari, decisamente vetusti:

“Erano in un magazzino, in una sorta di chiostrina sotterranea, lontana dalla zona utilizzata dal personale e dai clienti… E’ vero che il locale non è proprio di primo pelo, sono un po’ lontani i tempi dell’inaugurazione e di certo avrebbe bisogno di un lifting completo. Non c’è bisogno della Asl per capirlo, ma ora non possiamo fare grossi lavori, da circa un anno siamo sotto sfratto perché l’intero immobile è in attesa di essere venduto e ci siamo attivati per ottenere il diritto di prelazione”.

Locale rimasto chiuso a Pasqua e Pasquetta

I Nas, durante il sopralluogo al ristorante “Gusto”, notò anche scarafaggi in locali, comunque, lontani dalla cucina. Il locale è rimasto chiuso a Pasqua e Pasquetta per permettere al titolare di adeguarsi alla normativa e rimettere in sesto il ristorante, punto di riferimento per molti romani da ben 18 anni. Il titolare di “Gusto” dovrà pagare anche una multa di circa 3.000 euro. I militari del Nas e il personale dell’Asl Roma 1 hanno compiuto molte perquisizioni nei ristoranti del centro storico della Capitale, accertando tante irregolarità igienico-sanitarie. Prima di Pasqua, ad esempio, è stata disposta la chiusura del ristorante “La villetta”, a Trastevere, per condizioni igieniche ancora più precarie rispetto a quelle constatate all’interno di “Gusto”: escrementi di insetti anche sui contenitori di alimenti e scarafaggi in cucina. E’ stato sequestrato oltre un quintale di alimenti e denunciato il proprietario del locale per pessima conservazione dei cibi.

Affidarsi ad esperti per disinfestazione

Gli scarafaggi in cucina, gli escrementi di animali ed altre violazioni delle prescrizioni igienico-sanitarie rappresentano dei veri pericoli per la salute delle persone e per questo motivo, spesso, i carabinieri ordinano la chiusura dei locali. L’igiene è il requisito numero uno per poter svolgere qualsiasi attività rivolta al pubblico. Forse non tutti sanno che gli scarafaggi possono trasmettere agli uomini e agli animali anche malattie insidiose come tubercolosi, asma, salmonellosi e tubercolosi. Sono diverse le cause per cui gli scarafaggi si ‘impossessano’ di determinati locali, tra cui la grande quantità di scarti alimentari in cucina. Non è facile disinfestare un locale pieno di scarafaggi in quanto tali insetti sanno nascondersi bene in luoghi come crepe e giunti. E’ sempre meglio, perciò, affidarsi a un esperto della disinfestazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *