Cronaca

Roma: malata di tumore e disabile arrestate a Tor Bella Monaca

Roma, malata di cancro e disabile minacciano uomo con coltello: arrestateRoma non è solo il Colosseo, i bei monumenti, lo sfarzo e le paillettes. Roma è anche disagio, povertà e precarietà. Non appena ci si sposta dal centro e si lambiscono le periferie si capisce subito che certe zone sono lasciate sole a se stesse, aree dove non arrivano le istituzioni, dove regnano il degrado, la corruzione e la malavita. Ecco, Tor Bella Monaca è uno dei quartieri di Roma dove le difficoltà non mancano, eppure sarebbe tanto bello se qualcuno, magari un sindaco o un presidente del Municipio, si interessasse un po’ a lui. A Tor Bella Monaca vivono tante persone con problemi seri: malati, disabili e poveri ma anche malavitosi, spacciatori e criminali. Povertà, disagio e criminalità si incrociano continuamente nel quartiere romano teatro di molte fiction e film importanti, come ‘Lo chiamavano Jeeg Robot’, interpretato superlativamente dal grande Claudio Santamaria. Nelle ultime ore, Tor Bella Monaca è balzata nuovamente agli onori delle cronache per un fatto triste: due donne, una malata di tumore e una disabile, sono state arrestate durante un battibecco con un vicino di casa, che le avrebbe più volte offese e istigate. La vicenda è stata riportata dal sito fieradellest.it, da sempre molto attento alle problematiche esistenti nella periferia sud-est di Roma.

L’arresto a Via dell’Archeologia

Le donne arrestate nelle ultime ore dai poliziotti in uno dei palazzoni grigi di via dell’Archeologia sono Carmen e Maria Vittoria, di 45 e 70 anni: la prima è affetta da una grave patologia delle ossa, la seconda è malata di tumore. Sembra che, nelle ultime ore, la coppia abbia minacciato il vicino di casa con un grosso coltello da cucina, durante l’ennesimo litigio, facendo poi lo stesso nei confronti degli agenti. Le due sono state arrestate e portate via immediatamente. L’ennesima storia che testimonia un fatto: a rimetterci sono sempre i deboli. Dove sta il welfare a Roma? Dove sta il welfare in Italia? Perché le due donne malate sono state lasciate sole a se stesse, in balia dell’indigenza e delle difficoltà? Carmen e Maria Vittoria hanno sempre vissuto in un appartamento umido, sporco e maleodorante. Tempo fa le due avevano detto ai microfoni della Fiera dell’Est: ‘Non abbiamo neppure il gas perché ci è stata addebitata una morosità che non è la nostra e che non siamo in grado di pagare. A nessuno sembra importare della nostra condizione. Vogliamo andare via di qui’.

I tanti problemi di Tor Bella Monaca e l’inerzia delle istituzioni

L’ennesima storia di disagio che ha come teatro la periferia romana. I problemi esistenti a Tor Bella Monaca, così come in altri quartieri di Roma, come San Basilio, sono atavici. Nessuno ha mai fatto nulla per risolverli. Neanche la neo sindaca Virginia Raggi ha fatto nulla finora: solo visite e qualche proclama di convenienza. Tor Bella Monaca vuole riscattarsi, vuole alzare la testa, vuole gioire e dire no alla criminalità che succhia il sangue dei più deboli, di quelli che vorrebbero farsi aiutare da uno Stato che volta le spalle. Quelle due povere donne ammanettate nelle ultime ore al civico 241 di via dell’Archeologia meritano rispetto, quel rispetto che non hanno mai ricevuto dalle istituzioni. Ah, già, a Tor Bella Monaca le istituzioni non arrivano.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.