Roma, in prognosi riservata due uomini colpiti da un fulmine

By | 10 settembre 2016

E’ di poche ora fa la notizia del ferimento di due uomini, un ventinovenne ed un quarantaquattrenne, che stando alle prime ricostruzioni ed al racconto dei testimoni sono stati colpiti da un fulmine, mentre tentavano di ripararsi dalla pioggia stazionando sotto un albero.

L’episodio è avvenuto a pochi passi dal rione Garbatella, uno dei più popolosi di Roma, in via Alberto Guglielmotti: qui si estende un piccolo parco pubblico, luogo di ritrovo per adulti e bambini utilizzato anche per diverse attività
sportive.

Tempesta sulla Capitale

Pare che i due uomini, Stefano Masetti di 29 anni e Marco Flori di 44, stessero proprio svolgendo attività fisica, giocando a quello che viene chiamato “polo bike“, una variante della disciplina molto diffusa in Inghilterra, che vede l’utilizzo di biciclette invece che dei cavalli. I due, sorpresi dal forte acquazzone che nel pomeriggio ha colpito molte zone della Capitale, avrebbero cercato di ripararsi dall’acqua aspettando la fine della tempesta sotto un albero.

Scelta sbagliata, poiché i rami, come tutti gli oggetti spigolosi o appuntiti, sono la via preferita dai fulmini per arrivare a terra: proprio un fulmine ha colpito l’albero, causando la rottura del tronco ed uno smottamento del terreno visibile ad occhio nudo.

Entrambi ricoverati in prognosi riservata

loading...

I presenti parlano di un lampo accecante seguito da un forte tuono: i due malcapitati sono stati sbalzati via a metri di distanza da dove aspettavano il passaggio del temporale. Stefano, il più giovane dei due, è anche il più grave, poiché forse è stato colpito direttamente dal fulmine: immediato il ricovero in prognosi riservata all’Ospedale San Camillo, dove i medici cercheranno di intervenire per le ustioni e il trauma riportato.

Marco è stato invece ricoverato, anche lui in prognosi riservata, all’Ospedale San Eugenio, ma le sue condizioni sarebbero nettamente migliori: per lui contusioni e traumi dovuti all’esplosione del fulmine che lo ha fatto letteralmente volare per alcuni metri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *