Roma, topi a scuola: la rivolta dei genitori

By | 20 settembre 2017

Topi nella scuola materna, emergenza a RomaL’anno scolastico 2017/2018 è iniziato da poco e già, in molte città, sono scoppiate le prime polemiche. In diverse scuole di Roma, ad esempio, quest’anno si deve affrontare, oltre ai soliti problemi burocratici e relativi al personale e alla classe docente, anche l’emergenza topi. Lo scorso 15 settembre, ad esempio, una scuola materna alla periferia della Capitale è stata chiusa per ‘emergenza topi’. Incredibile ma vero. A Roma, comunque, quello delle incursioni dei ratti non è un problema nuovo. Nonostante le continue derattizzazioni, in centro come in periferia, i topi sembra che abbiano sempre la meglio. A far presente la fastidiosa problematica dei topi a scuola sono state diverse mamme di bimbi che frequentano una scuola materna in via della Seta, in periferia, che fa parte di un plesso scolastico. Le scuole elementari del plesso, invece, sono state riaperte. La materna, frequentata da più di 100 bimbi, invece, non avrebbe mai riaperto dopo la pausa estiva.

Derattizzazione risolverà il problema?

Emanuela Testa, una delle madri dei bimbi che frequentano la scuola materna chiusa per topi, è indignata e dice: ‘Ci hanno detto che sono stati trovati escrementi di topi ovunque e che ora faranno la derattizzazione. Ci sembra una situazione assurda. Molti genitori lavorano e non sanno come fare a lasciare i figli. Alcuni hanno dovuto pagare per portarli in asili privati… Alcune mamme stanno andando al Municipio a protestare’. La scuola materna dove è scattata l’emergenza topi sorge su una zona verde, quindi non stupisce il fatto che ci siano scorribande di ratti. Stupisce invece la mancata derattizzazione del Comune in previsione della riapertura della scuola.

Ratti anche nelle scuole di Avellino

Scuola che vai, ratto che trovi. L’emergenza topi scattata nella scuola materna romana non sorprende i genitori di altre città italiane. I topi vagano, ad esempio, anche presso la scuola materna di via Piave, ad Avellino. Un genitore ha immortalato un grosso topo ed ha postato la foto sul gruppo Facebook ‘Non sei irpino se’. Luca Del Gaudio, amministratore della pagina, ha commentato con una sottile ironia lo scatto: ‘Quando il gatto non c’è, i topi ballano. Vai a prendere alle 11 tuo figlio a scuola e… ecco che il topo si aggirava tra i cassonetti del palazzo e il giardino dell’asilo’.

Chissà se il Comune di Roma saprà gestire in maniera rapida ed efficiente l’emergenza topi esistente presso il plesso scolastico di Gregna Sant’Andrea? La mamma di un bimbo che avrebbe dovuto iniziare l’inserimento, Antonella Accogli, è rimasta stupefatta quando ha scoperto tracce della presenza dei topi in quella scuola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *