Russia, aereo si schianta: vento forte o errore del pilota?

By | 20 dicembre 2016

Un aereo russo si è schiantato nelle ultime ore in Siberia. Smentita la notizia, diffusa inizialmente, della morte di 27 passeggeri. Nessuno, dunque, avrebbe perso la vita. Lo ha reso noto la BBC, menzionando fonti locali. Il velivolo, con a bordo 32 passeggeri e 7 membri dell’equipaggio, si è schiantato nei pressi del distretto di Bulunskij.

L’aereo si è rotto in 3 parti

Secondo le ultime informazioni, l’incidente aereo è avvenuto in una zona della Russia dove le condizioni meteorologiche sono sfavorevoli al momento. Ciò, ovviamente, crea non pochi problemi ai soccorritori. L’aereo, un IL-18 del Ministero della Difesa russo, si è rotto in 3 parti dopo lo schianto avvenuto a circa 30 km da Tiksi. Non si conosce il motivo per cui l’aereo ha perso quota ed è precipitato. L’ipotesi più accreditata è, al momento, quella del vento forte. Il velivolo era partito da Kansk, città della regione di Krasnoyarsk. Non si esclude, comunque, la manovra errata del pilota.

Ria Novosti ha reso noto che 38 persone sono state trasportate in ospedale; 4, invece, sono rimaste gravemente ferite. I soccorritori avrebbero utilizzato cesoie idrauliche durante la ricerca dei sopravvissuti. Sul luogo dell’incidente sono subito arrivati vari elicotteri per il trasporto dei feriti in ospedale. L’aereo IL-18 risale al 1960 ma è ancora usato in Russia come mezzo di trasporto militare.

Aereo caduto durante un atterraggio d’emergenza

Il Ministero della Difesa russo ha scritto su Twitter che nessuno è morto nell’incidente avvenuto nelle ultime ore in Siberia. Lo schianto si è verificato ieri, 19 dicembre 2016, alle 00.07, ora locale. Oltre 100 militari avrebbero partecipato alle operazioni di salvataggio dei superstiti.

Pare che l’aereo sia caduto mentre tentava di effettuare un atterraggio d’emergenza a causa delle pessime condizioni meteorologiche.  Tiksi è una città costiera dove vivono circa 5.000 persone ed ospita una base militare di epoca sovietica che, recentemente, è stata ristrutturata per ordine del presidente Vladimir Putin. Questo, infatti, intende militarizzare nuovamente l’Artico.

Il quotidiano russo Komsomolskaya Pravda ha dichiarato riguardo all’incidente avvenuto ieri: ‘La fusoliera si è rotta in 3 punti. Per fortuna non è scoppiato un incendio. Tutte le persone a bordo sono miracolosamente sopravvissute’.

Alcuni funzionari sanitari locali hanno confermato che alcuni passeggeri sono rimasti gravemente feriti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.