Russia, robot fugge dal laboratorio e blocca traffico: batterie esaurite

By | 19 giugno 2016

Scene da film di fantascienza in Russia, dove un robot è scappato da un laboratorio ed ha arrestato la sua corsa solo perché le batterie erano esaurite. L’episodio singolare è avvenuto precisamente a Perm, piccola cittadina russa. Il robot era monitorato da diversi studiosi e quando ha trovato la porta del laboratorio aperta è uscito, mandando in tilt il traffico. L’androide stava, pian piano, riuscendo ad orientarsi autonomamente e quando ha visto quella porta aperta non ha resistito ed è uscito.

Polizia e curiosi si sono riversati nella strada dove il robot si è fermato, dopo la fuga, a causa dell’esaurimento delle sue batterie. Lo strano avvenimento che ha avuto come teatro una strada russa ci ricorda che ancora bisogna lavorare molto per creare robot ‘umani’, quindi capaci di muoversi con disinvoltura, senza generare caos. A dimenticare la porta del laboratorio aperta sarebbe stato un ingegnere del laboratorio russo. Promobot (questo è il nome del robot uscito dal laboratorio) ha iniziato a comportarsi seguendo le istruzioni con cui era stato programmato ma, una volta arrivato in una strada,  le sue batterie si sono esaurite. Il curioso episodio è stato subito commentato da Filippo Cavallo, ricercatore di robotica sociale presso l’Istituto di Biorobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa:

“Chi ha programmato l’esperimento avrebbero dovuto dare al robot un’area di operazioni definita, con un limite massimo all’interno del quale muoversi e da non superare. Il robot avrebbe dovuto anche tener conto dell’autonomia delle sue batterie e non allontanarsi dal punto di recupero… La fuga del robot è uno spunto importante per chi sta lavorando sulle capacità cognitive dei robot di orientarsi nell’ambiente e uno stimolo a costruire macchine in grado di collaborare con l’uomo”.

loading...

Promobot è stato immortalato da un passante ed ha postato subito il video su YouTube. Nel filmato sono ben visibili sia il robot bianco, umanoide, che un vigile che devia il traffico per evitare incidenti. Il co-fondatore della società che ha creato Promobot, Oleg Kivokurtsev, ha detto che tale robot non è solo in grado di rispondere alle domande, ma anche di dare indicazioni e riconoscere le persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *