Sabotaggio Tav: il video che incastra i responsabili

0

Grazie all’analisi accurata dei video di sicurezza registrati dalle varie telecamere dislocate in zona, sarebbero state individuate le sagome di tre-quattro persone, poco distinguibili a causa della nebbia, che attorno all’ora del sabotaggio si sarebbero dirette proprio verso il punto dove è stato poi dato fuoco al pozzetto che ha causato il danneggiamento e ha mandato in tilt la linea Alta Velocità per tutta la giornata del 23 dicembre. Il lavoro investigativo non si è fermato neanche durante il giorno di Natale, come già era stato preannunciato dal Procuratore aggiunto di Bologna Walter Giovannini. Dai fotogrammi analizzati dalla polizia sarebbe risultato che il gruppetto, all’incirca 10 muniti prima del sabotaggio, camminando nella fitta nebbia che in quel momento insisteva sulla zona, si sarebbe diretto verso il punto dove si trova il pozzetto.

Accertamenti sono in corso anche riguardo al tipo di liquido incendiario utitlizzato, probabilmente nafta, ritrovata poi nel giorno della vigilia di Natale nel corso dei controlli di routine sulla linea Bologna-Milano. Intanto rimangono rafforzati i controlli sullo snodo ferroviario di Bologna da parte della Polizia ferroviaria.

Leggi anche le altre Notizie di attualità e curiosità di ZZ7 anche su Google News e premi la Stellina cliccando QUI sotto per seguire le News.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.