Animali

Salmonella minaccia cibi per cani e gatti con marchio Animal Star

Pericolo salmonella negli alimenti per gatti e caniAdesso la salmonella minaccia la salute dei nostri amici a quattro zampe. Il temibile batterio è stato scoperto in alcuni cibi per cani e gatti prodotti dalla BARF Italia, azienda che ha la sede a Pizzoli (L’Aquila). Nello specifico, si tratta degli alimenti denominati ‘Quaglia’ e ‘Galletto’ con brand Animal Star. I lotti incriminati, con scadenza 9-2018, sono i seguenti: Lotto 095 A 17 e Lotto 114 A 17. Bisogna stare alla larga da tali alimenti perché potrebbero intossicare anche gli uomini. Basta il semplice contatto con la confezione aperta. Tutti coloro che hanno acquistato tali lotti sono pregati di non aprirli assolutamente e riportarli nei punti vendita. Chi volesse, poi, ottenere info a riguardo può chiamare il numero 08000183770.

Attenzione anche ai cibi crudi per animali

La salmonella stavolta minaccia il cibo per gatti e cani. Dopo la segnalazione, comunque, è stato bloccato l’invio dei prodotti pericolosi ai punti vendita; dunque non ci sono più rischi. Il problema, ora, è il web. E’ probabile, infatti, che le confezioni possano essere vendute in Rete. Bisogna sincerarsi innanzitutto del tipo di prodotto e del lotto. Se è quello incriminato occorre trascurarlo. Al giorno d’oggi la salmonellosi è curabile ma gli effetti possono essere anche molto gravi sia negli uomini che negli animali. Giorni fa è stato scoperto il batterio della salmonella in alcuni cibi per cani e gatto con marchio Animal Star ma è doveroso ricordare che il rischio salmonella esiste anche in caso di cibi crudi. La Food and Drug Administration ha sottolineato più volte che la salmonella e la listeria possono infettare gli animali e le persone mediante alimenti crudi.

Molti ritengono positivo far mangiare agli animali domestici alimenti come carne cruda ed ossa. Ecco cosa pensano gli esperti al riguardo: ‘Non sappiamo quanti di questi animali si ammalano o muoiono proprio per questo motivo. E poiché gli animali selvatici vengono portati raramente da un veterinario quando sono malati, non c’è modo di raccogliere tali informazioni’. Veterinari ed esperti ritengono che gli alimenti da somministrare agli animali domestici debbano sempre essere cotti per evitare nausea, diarrea, febbre ed altri sintomi tipici di Listeria e Salmonella.  I ricercatori della Fda dicono che il cane e il gatto non potrebbero ammalarsi di listeria o salmonella diventando però portatori, quindi pericolosi per l’uomo.

Lavarsi bene le mani

Quella dei giorni scorsi non è stata la prima segnalazione di salmonella nel cibo per cani e gatti. Un articolo pubblicato sul sito poufemme.it 7 anni fa evidenziò i rischi derivanti dai cibi per cani e gatti, spesso contenenti il batterio della salmonella. Venne rilanciato uno studio del Northern Weastchester Hospital di Mount Kisko (New York), secondo cui il motivo per cui 79 cuccioli di bambi erano rimasti intossicati era rappresentato proprio dai croccantini per animali domestici che avevano mangiato. I ricercatori dichiararono che gli animali sono più resistenti degli uomini in presenza di certi batteri e quindi possono essere portatori di gravi patologie. L’unico modo per evitare di contaminare gli ambienti domestici sarebbe quello di far mangiare cani e gatti in giardino o sul balcone. Necessario, inoltre, lavarsi bene le mani ogniqualvolta si toccano ciotole unte o piene di croccantini

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.