Salmonella nella pancetta a cubetti: il richiamo del Ministero della Salute

By | 6 settembre 2017

Salmonella nella Pancetta: il RitiroUn nuovo richiamo di prodotti alimentari del Ministero della Salute. Stavolta il ritiro dal commercio riguarda la pancetta a cubetti con marchio Valtidone Industria Alimentare, prodotta dal Salumificio Pianellese Srl. In tali alimenti sono state trovate tracce di Salmonella. I lotti di cubetti di pancetta affumicata interessati dal ritiro sono: L5575 (scadenza 04/11/2017) e L5576 (scadenza 03/11/2017). Tali cibi sono venduti sia nelle confezioni da 100 grammi (2×50) che da 160 grammi (2×80). Gli esami svolti in laboratorio su tale pancetta hanno permesso di accertare la presenza della Salmonella Derby e della Salmonella Typhimurium. Tali batteri, nelle persone adulte, possono causare gastroenteriti più o meno gravi. Stavolta nel mirino della Salmonella è finita la pancetta a cubetti, ingrediente necessario per cucinare molti piatti gustosi, specialmente alcuni tipici della tradizione culinaria romana, come gli spaghetti alla carbonara. Tutti coloro che hanno acquistato i lotti indicati sopra sono pregati di riportarli nei supermarket per il rimborso. L’importante è non consumare tale pancetta, perché si rischia una grave intossicazione.

I tanti estimatori della pancetta

La pancetta affumicata e quella dolce hanno molti estimatori, in Italia e nel mondo. Un alimento non certo leggero ma utile per preparare piatti molto buoni. Ne riportiamo alcuni: pasta all’amatriciana, fagioli alla Bud Spencer, quiche lorraine, pasta con scamorza e pancetta, pasta alla carbonara con panna, pasta con la zucca, pasta con peperoni e pancetta, spaghetti con pancetta e gorgonzola, bucatini con funghi e pancetta, pasta con pesto di noci e pancetta, pasta con crema di melanzane e mandorle e rigatoni alla silana. Tutti coloro che volevano cucinare uno di questi saporiti e prelibati piatti con i cubetti di pancetta Valtidone Industria Alimentare sono stati costretti a rinunciare, almeno per un po’ al loro proposito. Meglio indugiare ed evitare la Salmonellosi, che mangiare un piatto squisito e rischiare grosso.

La Salmonellosi è un’infezione batterica, quindi molti pensano che  per curarla siano necessari essenzialmente gli antibiotici. Non è proprio così. Nella maggior parte dei casi l’infezione svanisce da sola, senza lasciare strascichi. Non si tratta, salvo eccezioni, di una malattia grave. I medici ricorrono solitamente alla terapia antibiotica solo quando la salmonellosi bersaglia soggetti vulnerabili e immunodepressi, come anziani, bimbi e persone colpite da particolari patologie, come HIV.

Salmonellosi: come evitarla

Come prevenire la salmonellosi? Basta seguire le regole igienico-sanitarie che valgono per evitare qualsiasi altra infezione o patologia, come lavarsi sempre le mani, lavare accuratamente frutta e verdura prima del consumo ed evitare di mangiare uova, carne e pollame poco cotti. La carne va sempre ben cotta per evitare rischi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.