San Giorgio Jonico: arrestato candidato sindaco Ponzetta, anzi no

By | 11 giugno 2016

Il sindaco di San Giorgio Jonico, Donato Ponzetta, è stato arrestato con l’accusa di frode in commercio. I cittadini del Comune in provincia di Taranto sono scossi anche perché, in occasione delle recenti amministrative, Ponzetta ha ottenuto molti voti ed è finito al ballottaggio con Mino Fabbiano (Sel, Udc e 3 liste civiche).

Arresto smentito dalla pagina Facebook del candidato di centrodestra

loading...

Gli uomini della Digos di Taranto hanno messo in manette Ponzetta in relazione a determinate attività illecite commesse in Germania. Non si sa ancora se il politico rinuncerà al ballottaggio: se così fosse lascerebbe il posto a Pierluigi Morelli (candidato del Pd). La comunità di San Giorgio Jonico è scossa per l’arresto del candidato sindaco, a cui vengono contestati i reati di evasione fiscale e truffa in commercio. Donato Ponzetta è a capo della Ponzetta Group, azienda specializzata nella copertura in legno di impianti e stabilimenti, ed opera anche nel campo del commercio ortofrutticolo. Il candidato sindaco di San Giorgio Jonico avrebbe commesso numerose attività illecite in Germania. L’arresto di Ponzetta, però, è stato smentito  su Facebook con le seguenti parole:

“Ponzetta è convocato in Questura per essere ascoltato probabilmente circa le anomalie avvenute durante lo spoglio di lunedì, dove Donato Ponzetta stesso ha duramente contestato la sparizione di voti e quindi della tutela della volontà popolare. Nessuno è stato arrestato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *