Santoro dà del ‘figlio di impiegato fascista’ a Di Battista

By | 4 dicembre 2016

A Michele Santoro non è proprio piaciuta l’uscita di Alessandro Di Battista, che lo aveva definito ‘radical chic a ostriche e caviale’. Il noto conduttore televisivo e regista ha risposto per le rime al deputato grillino durante un’intervista al Tg Zero di Radio Capital, sottolineando che il deputato pentastellato è figlio di un impiegato fascista, mentre lui di un lavoratore.

Santoro invita Di Battista a non dire certe fesserie

Durante l’intervista al Tg Zero di Radio Capital, Santoro ha rimarcato di conoscere bene la gioventù napoletana anche perché, da ragazzo, ha sfiorato l’eventualità di usare le armi, come altri della sua generazione. Il conduttore televisivo ha poi invitato Di Battista a visitare le varie città italiane e capirle prima di proferire certe corbellerie. Non è la prima volta che Santoro attacca il M5S: recentemente ha detto che il MoVimento è ‘destra pura’. Una cosa è certa: questo referendum costituzionale è stato preceduto da uscite, gaffe e frasi veramente oscene, becere, e inopportune che non hanno fatto certamente bene alla politica italiana.

Santoro: una persona cresciuta col ‘biberon dell’onestà’

Michele Santoro ha risposto per le rime ad Alessandro Di Battista, evidenziando di essere figlio di un lavoratore, insomma una persona cresciuta col ‘biberon dell’onestà’. Il conduttore si definisce perciò nettamente diverso dal deputato pentastellato, che invece è figlio di un ‘impiegato fascista’. Che dire, il dibattito è iniziato, o meglio continua. Non si sa quando finirà. Non ci sono dubbi sul fatto che Santoro sia un fervido oppositore di Beppe Grillo e del MoVimento. Nel corso di un’intervista rilasciata recentemente al Foglio, il presentatore televisivo ha affermato di essere contrario ai metodi di Grillo e del suo partito.

Senza giri di parole, Michele Santoro ha rivelato a Salvatore Merlo del Foglio di essere certo che il M5S è ‘destra pura’. Per il conduttore Grillo è uno che finge: va in giro con i jeans logori e poi ha la Ferrari nel garage e i domestici filippini a casa.

L’unico che ‘riesce a dare qualche calcio al pallone’, secondo Santoro, è il premier Matteo Renzi, l’unico politico italiano che può salvare la sinistra. Certo, per il conduttore, Renzi dovrebbe affrontare meglio certi temi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.