Cronaca

Schiaffi e pugni agli alunni: maestra arrestata, abusi anche su disabile

Roma, maestra picchiava alunni: arrestataUna maestra di una scuola elementare di Roma è finita agli arresti domiciliari perché accusata di aver offeso e picchiato più volte, in classe, gli alunni, ovvero bimbi di sei anni. L’insegnante, in un’occasione, avrebbe umiliato anche una bimba disabile. E’ veramente inquietante la vicenda che proviene da un istituto scolastico romano. La maestra, 54 anni, è finita così ai domiciliari al termine di numerose indagini condotte dalle forze dell’ordine a seguito di una denuncia sporta da un bidello che aveva assistito a uno dei tanti episodi di violenza: l’insegnante aveva dato una ginocchiata alla schiena di un bimbo e poi un ceffone. A mettere le manette alla 54enne, nelle ultime ore, sono stati i poliziotti del Commissariato Appio, su ordine del gip di Roma.

Indagini avviate lo scorso marzo

Un altro caso di abusi commessi da un educatore. Invece di garantire il corretto sviluppo psico-fisico dei bimbi, una maestra umiliava e picchiava i suoi alunni, spesso e volentieri. I poliziotti, lo scorso marzo, avevano iniziato a compiere gli accertamenti sulla vicenda agghiacciante perché i fatti rivelati da quel collaboratore scolastico erano veramente raccapriccianti. Dopo aver sentito ex studenti, genitori degli alunni e parenti di diversi minori, gli investigatori hanno parlato di un ‘quadro inquietante’. Sembra che gli abusi dell’insegnante, in quella scuola, fossero aumentati negli ultimi anni. La donna, in un’occasione avrebbe anche umiliato profondamente una bimba con acclarati problemi psicofisici, infilando la sua testa nel cestino dei rifiuti. Un gesto che si commenta da solo. L’educatrice era stata spostata di classe diverse volte, negli ultimi anni. Gli investigatori, adesso, stanno cercando di capirne il motivo.

Ancora violenze degli insegnanti contro gli studenti. Ora la maestra 54enne è ai domiciliari e forse starà pensando alle sue azioni becere e aberranti che hanno probabilmente alterato l’equilibrio psichico dei suoi alunni. Le indagini continuano ed arriverà una sentenza. La cosa importante è che venga fatta giustizia perché è inammissibile che vengano commesse azioni del genere nelle scuole. Il bidello della scuola romana, lo scorso marzo, aveva sentito il bisogno di sfogarsi con la Polizia dopo il gesto agghiacciante compiuto da quella donna: una ginocchiata alla schiena di un bambino di 6 anni e poi uno schiaffo in faccia.

Ennesimo episodio di abusi nelle scuole romane

Urla, calci e schiaffi venivano dati anche presso l’asilo comunale ‘Il nido del parco’, sempre a Roma. Le vittime, però, erano ancora più piccole di quelle vessate dalla maestra 54enne finita ai domiciliari nelle ultime ore: avevano 1/2 anni. Ad inchiodare la maestra de ‘Il nido del parco’, che è stata arrestata, sono state le telecamere di videosorveglianza. Anche lei, insieme ad altre due colleghe, offendeva e schiaffeggiava i piccoli alunni. Eppure l’asilo nido si trova nel quartiere Aurelio di Roma, un quartiere ‘bene’ e rispettabile. Gli inquirenti avevano scoperto che le tre maestre picchiavano e intimorivano specialmente i piccoli più ribelli e quelli che non rispettavano gli ordini. Le punizioni più frequenti erano schiaffi, spintoni e calci. Nessuno aveva mai segnalato lo strano e violento comportamento delle maestre. Dopo l’arresto di una di queste, la struttura scolastica aveva dichiarato: ‘Siamo sconcertati, è un fulmine a ciel sereno. Fino ad ora non avevamo nessun sentore. Non abbiamo notizia di nessuna protesta da parte dei genitori. il nostro asilo conta una trentina di bambini’.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.