Fa scoppiare petardo per non pagare il conto: gruppo rischia linciaggio

By | 24 agosto 2017

Gallipoli, petardo scoppia: turisti non volevano pagare contoCaos a Gallipoli dopo lo scoppio di un petardo nei pressi di un noto ristorante. Molti hanno pensato a un attacco terroristico. In realtà si è trattato di una messinscena, decisamente pericolosa. Alcuni turisti si erano recati in un ristorante di via della Pace ma, non volendo pagare il conto, avevano architettato un piano insidioso: lo scoppio di un petardo e la simulazione di un attacco terroristico. Dopo lo scoppio del mortaretto, infatti, uno dei turisti furbetti avrebbe gridato: ‘Attentato’. La gente che si trovava nei paraggi credeva che si trattasse veramente di un attentato terroristico. Fuggi fuggi generale e panico a Gallipoli. Alcuni, però, si erano resi conto che non c’era stato nessun attacco terroristico. Era solo una bravata di alcuni turisti che non volevano pagare il conto. I villeggianti maliziosi, allora, erano stati rincorsi dalla folla inviperita e per poco non venivano linciati.

Una bravata con un infausto epilogo

E’ andata male ad alcuni turisti che volevano mangiare gratis al ristorante di Gallipoli. Dopo aver fatto scoppiare un petardo davanti al ristorante dove avevano appena mangiato, si erano dati alla fuga ma subito diverse persone li avevano inseguiti perché avevano intuito la bravata. Solo l’arrivo dei carabinieri e dei poliziotti ha riportato la situazione alla normalità. Sul posto sono arrivati anche gli operatori del 118. La folla avrebbe preso a calci e pugni qualche turista furbetto. L’episodio avvenuto nella cittadina pugliese, comunque, poteva avere un epilogo ben più ‘pesante’. Sembra però che l’esplosione del petardo abbia causato danni non irrilevanti a un negozio di souvenir nei paraggi.

I carabinieri, subito accorsi dopo la deflagrazione, hanno cercato di ricostruire la dinamica della vicenda. E’ stato constatato che i turisti non volevano pagare il conto ed avevano inventato la storia dell’attentato. Il villeggiante che ha fatto scoppiare il petardo è stato denunciato per procurato allarme. Non finisce qui, comunque. Le indagini proseguono e dovranno essere accertati i danni causati al negozio di souvenir.

Paura al ristorante ‘Tramonti’

Il ristorante dove avevano mangiato i turisti truffaldini, provenienti dalla Campani, è ‘Tramonti’, molto conosciuto da chi frequenta la splendida località salentina. Il turista campano che è stato picchiato ha rischiato il linciaggio. Se l’è cavata con una prognosi di 5 giorni. Forse la prossima volta non farà esplodere ordigni per non pagare il conto. Comunque, alla fine, il gruppo di villeggianti campani ha pagato il conto ai titolari del ristorante ‘Tramonti’. Intanto i militari continuano ad ascoltare i protagonisti della vicenda e qualche testimone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.