Cronaca

Scopre ladro nell’orto: anziano preso a bastonate

Pinerolo, scopre ladro nell'orto: preso a bastonateUn sessantenne di Pinerolo, Giuseppe Conti, si era recato nel suo orto, ieri mattina, ma ha fatto uno spiacevole incontro. Nel capanno dove solitamente ripone tutti gli arnesi per coltivare il terreno ha notato un uomo che, improvvisamente, lo ha aggredito. Giuseppe è stato colpito con un bastone in diverse parti del corpo dal ladro che, poi, si è dileguato. Un’esperienza terribile per il sessantenne che, dolorante, si è subito recato nel vicino ristorante Ardité per chiedere aiuto. La proprietaria del locale, Patrizia, ha affermato: ‘Era una maschera di sangue, ha raccontato dell’aggressione e io ho chiamato i soccorsi’. Gli operatori del 118 sono arrivati immediatamente. Sul posto anche i carabinieri di Pinerolo, che attualmente sono alla ricerca del ladro che ha pestato l’anziano. La testimonianza della signora Patrizia Grangetto e il fatto che Conti ha segnalato subito l’aggressione hanno permesso ai militari di iniziare immediatamente le indagini. Nelle ultime ore sono state fermate due persone. I carabinieri le stanno sentendo in caserma. Una di esse non ha una casa e dorme in ricoveri di fortuna.

Giuseppe Conti ha avuto paura

I carabinieri dovranno scoprire il motivo per cui quell’uomo era entrato nel capanno del signor Giuseppe Conti. L’ipotesi più accreditata, al momento, è quella di furto ma non si esclude nessuna pista. Il sessantenne di Pinerolo ha provato molta paura ieri, alla vista di quella persona nel suo orto. Un uomo violento, che senza indugi ha iniziato a percuoterlo con un bastone. Conti aveva sangue dappertutto, anche sul volto. Lo sa bene la titolare del ristorante Ardité. Quella dei ladri è una piaga anche di Pinerolo, Comune in provincia di Torino. Conti è solo l’ultimo di una lunga lista di vittime dei ladri, talvolta anche violenti. Ormai i cittadini sono stanchi di assistere ai furti nelle case, nei negozi e nei terreni e di vedere ladri liberi. Dove sta la giustizia? Perché non vengono garantiti ordine e sicurezza? Sono domande più che lecite dopo gli episodi avvenuti recentemente a Pinerolo. Adesso il signor Giuseppe Conti ha paura di tornare nel suo orto perché potrebbe trovarsi davanti a qualche malintenzionato. Di recente, diversi siti e tabloid piemontesi hanno segnalato furti ai danni di attività commerciali a Pinerolo e nei Comuni limitrofi. Lo scorso maggio, ad esempio, alcuni ladri hanno rubato diverse moto in un negozio di Pinerolo. Predoni in azione anche a San Secondo di Pinerolo, dove è stato svuotato un negozio di abbigliamento. Episodi che fanno male a tutti quelli che lavorano alacremente per sbarcare il lunario e a tutti quelli che vivono onestamente. I ladri l’hanno fatta sempre franca, portandosi via il bottino e gettando nello sconforto i negozianti.

Boom di furti a Pinerolo

Giovanni Conti probabilmente era al corrente dei raid dei ladri a Pinerolo e nel Torinese ma mai avrebbe immaginato di trovare un malvivente nel suo orto. Invece, un ladro stava tentando di rubare gli attrezzi per coltivare il terreno.

Non solo orti e negozi. I ladri, a Pinerolo, hanno assaltato anche i bancomat. Lo scorso maggio, due gruppi di malviventi avevano agito dopo aver disattivato le centraline d’allarme. Nonostante le telecamere di videosorveglianza che riprendevano le scene, diversi delinquenti avevano fatto saltare in aria il bancomat della filiale della Carige di Vigone. Ancora le forze dell’ordine piemontesi non sono state in grado di scoprire se il colpo alla banca fosse collegato ai raid nel negozio di moto e in quelli di abbigliamento e sementi.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.