Senatore grillino Airola picchiato e derubato da nordafricani: mandibola rotta

By | 4 settembre 2017
loading...

Torino, Senatore Airola Picchiato da Nordafricani: Mandibola RottaAlberto Airola, senatore del M5S, è stato aggredito e derubato nel quartiere Barriera di Milano, a Torino, la scorsa notte. Il senatore grillino, secondo le prime indiscrezioni, si trovava vicino alla sua abitazione. Due nordafricani gli si sono avvicinati e, dopo averlo picchiato, gli hanno sottratto il cellulare. Il politico pentastellato è stato subito trasferito all’ospedale San Giovanni Bosco per le medicazioni. Ha riportato la frattura della mandibola e diverse ecchimosi. La prognosi è di 30 giorni. Solidarietà del mondo della politica per Airola. La prima a esprimere la vicinanza al grillino è stata la sindaca di Torino, Chiara Appendino, che ha scritto su Twitter: ‘Forza Alberto, servi in piedi ed energico che le battaglie da combattere sono ancora molte. Ti aspettiamo’. Non solo i compagni di partito, comunque, hanno augurato una pronta guarigione al senatore. Il dem Stefano Esposito, ad esempio, ha cinguettato: ‘Ti aspetto in #senato. Mi raccomando abbiamo tanto su cui litigare, riprenditi presto’.

Nordafricani in fuga

Era l’una e mezza, notte fonda, poca gente in giro. Airola, stava tornando a casa quando, improvvisamente, si è trovato di fronte a due nordafricani. La coppia lo ha preso a pugni e gli ha sottratto il cellulare; poi si è data alla fuga. Gli uomini della Digos ora stanno svolgendo le indagini per scoprire gli stranieri.

Non ci voleva proprio. Airola, 47 anni, non riuscirebbe a parlare bene a causa di una sospetta frattura della mandibola, quindi dovrà essere probabilmente operato. Si dovrà accertare se quella di ieri sera a Torino sia stata un rapina o un raid pianificato, una risposta dei delinquenti a un’iniziativa del senatore contro i pusher della zona. Il grillino ha rassicurato sia i compagni di partito che gli altri politici con un laconico post su Facebook: ‘Sto bene’.

Il sostegno di Patrizia Alessi all’ex  operatore di ripresa cinematografica

Il sostegno al senatore pentastellato vittima di un’aggressione, a Torino, è arrivato anche da Patrizia Alessi (Fratelli d’Italia), consigliera della circoscrizione 7, ricordandogli che questa è l’occasione giusta per chiedere provvedimenti urgenti al prefetto e al sindaco, poiché la situazione, nel quartiere Aurora, è diventata insostenibile. La Alessi ha rimarcato di aver firmato, l’anno scorso, una petizione mirata ad ottenere maggiore sicurezza nel Quadrilatero Aurora, una sicurezza mai arrivata negli ultimi anni.

Prima di approdare in politica, Airola era un operatore di ripresa cinematografica. E’ un uomo che conosce bene, dunque, sia il piccolo che il grande schermo. Anni fa, soffermandosi sui programmi televisivi e sulla tv, disse: ‘La tv non va demonizzata, è uno strumento come tanti, anche se ora è usato dalla partitocrazia. Io ci ho lavorato’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *