Senza cibo e acqua nel deserto: spara alla fidanzata e si suicida

By | 22 ottobre 2017

Fidanzati morti nel parco di Joshua Tree: omicidio-suicidioUn’escursione nel deserto si è trasformata in dramma. In queste ore sono stati scoperti i corpi senza vita di due ragazzi scomparsi circa 3 mesi fa presso il parco nazionale di Joshua Tree, in California. Joseph Orbeso, 22 anni, e la fidanzata, Rachel Nguyen, avevano deciso di camminare un po’ nel parco californiano nel giorno del compleanno della ragazza. Qualcosa però deve essere andato storto. Gli investigatori stanno adesso accertando se si tratti di omicidio ‘pieno’ o se Joseph abbia sparato a Rachel per la disperazione dipendente dalla mancanza di cibo e acqua. Joseph, secondo gli inquirenti, avrebbe dapprima ucciso la compagna e poi, con la stessa arma, si sarebbe suicidato. I corpi esanimi dei ragazzi sono stati scoperti al termine di una stradina realizzata con bottiglie d’acqua vuote e pezzetti di carta. Il dipartimento dello sceriffo della contea di San Bernardino ha confermato il ritrovamento della pistola con cui è stato commesso l’omicidio-suicidio. Joseph e Rachel erano abbracciati quando sono stati scoperti. A stroncarli sono stati forse la paura e lo sconforto per la mancanza di acqua e viveri.

Disperati e indeboliti

Per due ragazzi si è rivelata tragica una gita nel parco nazionale Joshua Tree. Il dipartimento dello sceriffo non esclude che il caldo e la mancanza di acqua e cibo abbia avuto un ruolo rilevante nella morte di Orbeso e Nguyen.

Dopo la scomparsa dei ventenni, diversi mesi fa, un amico aveva detto che la coppia si era recata nel parco di Joshua Tree per festeggiare il compleanno di Rachel.

Forse sono rimasti senza acqua e senza cibo e, alla fine, stravolti e desolati, hanno ceduto al caldo. Il ragazzo forse è diventato preda dell’alienazione ed ha trucidato la ragazza; poi ha rivolto l’arma verso se stesso ed ha premuto il grilletto.

Austin Young, un amico di Joseph Orbeso, aveva affermato: ‘Orbeso, guardia di sicurezza presso un campo di golf di Long, è in ottima forma, porta sempre coltelli con sé quando fa escursioni ed è in grado di sopravvivere in qualsiasi condizione e ambiente. E’ anche una persona molto corretta, diligente e rispettosa’.

La segnalazione della scomparsa dei due ragazzi nel parco nazionale californiano risale allo scorso 28 luglio 2017. Da quel momento si erano perse le tracce dei ventenni. Dopo quasi tre mesi, la tragica scoperta.

Temperature ‘infernali’ nel parco di Joshua Tree

Le autorità californiane hanno dichiarato che le temperature nel parco avevano sfiorato i 100 gradi al tempo della scomparsa della coppia. Successivamente alla segnalazione della scomparsa, oltre 250 persone si erano messe alla ricerca di Orbeso e Nguyen. Erano stati tappezzati tutti i 791.000 ettari del parco di Joshua Tree per trovare qualche indizio utile. Alla fine non è stato trovato un indizio ma i cadaveri. Dallo scorso 6 agosto 2017, comunque, le operazioni di ricerca erano diventate meno stringenti perché le speranze di ritrovare in vita la coppia si erano ridotte al lumicino.

Il papà di Joseph, Gilbert, aveva sperato fino alla fine di ritrovare vivo suo figlio. Le sue speranze si sono infrante quando un parcheggiatore ha ritrovato i due corpi in una zona sperduta del parco. ‘Credevo di ritrovarli sani e salvi, non sapevo quando. Ho avuto la mia risposta oggi’, ha detto Gilbert qualche giorno fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *