Servizio militare obbligatorio in Francia: Macron mantiene promessa

By | 16 febbraio 2018

Francia-Macron-leva-obbligatoriaEmmanuel Macron, presidente della Francia, vuole mantenere tutte le promesse fatte ai cittadini durante la campagna elettorale, anche quella del ripristino del servizio militare obbligatorio. In Francia la leva obbligatoria venne abolita quasi due decenni fa. In occasione della campagna elettorale, il presidente francese aveva affermato che avrebbe voluto offrire a tutti i giovani francesi ‘un’esperienza diretta della vita militare con il suo know-how e le sue richieste’. Secondo l’inquilino dell’Eliseo, la leva obbligatoria favorisce la coesione sociale e il patriottismo. Si calcola che tra i 600mila e gli 800mila ragazzi francesi trascorreranno almeno un mese con le forze armate. La decisione ‘macroniana’ costerà non poco allo Stato.

Ragazzi francesi potranno optare per il servizio civile

La scelta di Emmanuel Macron di ripristinare la naja in Francia ha provocato numerosi ‘mal di pancia’ nell’Esecutivo francese. La scorsa settimana, il ministro della Difesa Florence Parly aveva detto che la novità ‘probabilmente non sarà obbligatoria’ per i ragazzi. Un portavoce del presidente francese, invece, ha ribadito che le promesse vanno mantenute e, quindi, il servizio militare sarà obbligatorio. Non è esclusa, comunque, la facoltà di scelta del servizio civile. Ad aprile Macron organizzerà una ‘task force’ governativa per delineare la nuova leva obbligatoria.

Macron non ha svolto il servizio militare obbligatorio

La notizia stupisce non poco in Francia, visto che proviene da una persona che non ha svolto il servizio militare obbligatorio. Macron è infatti diventato maggiorenne dopo l’abolizione della leva obbligatoria. Si vocifera di un ritorno dello naja dal 1 gennaio 2019.

La Francia, durante la rivoluzione francese, aveva previsto la leva obbligatoria come condizione necessaria per ottenere la cittadinanza. A partire dagli anni ’60 del XX secolo venne ridimensionata la quantità di militari nell’esercito francese, finché non si arrivò all’abolizione graduale del servizio militare obbligatorio, tra il 1996 e il 2001. Tante nazioni, tra cui l’Italia, hanno gradualmente abolito la leva obbligatoria, optando per eserciti composti solo da professionisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.