Si frattura la caviglia e va in arresto cardiaco, mistero sulla morte di un 15enne

By | 8 luglio 2017

Thiene, 15enne muore dopo frattura cavigliaUn 15enne di origini serbe ma residente a Thiene, Danijel Mitrovic, è morto dopo essere stato colpito da un arresto cardiaco. L’adolescente aveva subito la frattura di una caviglia una quarantina di giorni fa, mentre giocava a calcio con i suoi amici. I medici gli avevano applicato il gesso sulla caviglia, iniziando altresì una profilassi antitrombotica. Tra mercoledì e giovedì scorso, però, il 15enne ha iniziato ad accusare strani malori ed aveva problemi a respirare. Subito la madre ha chiamato gli operatori sanitari. Danijel ha perso i sensi sull’ambulanza, durante il trasporto all’ospedale Alto Vicentino di Santorso, ed è stato anche colpito da un arresto cardiaco. I medici del nosocomio hanno cercato diverse volte di rianimare l’adolescente ma nessuna manovra rianimatoria si è rivelata proficua.

L’autopsia sulla salma di Danijel

loading...

Solo l’autopsia, effettuata ieri, potrà chiarire le cause del decesso del 15enne residente a Thiene. Una morte improvvisa e inattesa che ha scosso i genitori del minorenne, gli amici e tutta la comunità di Thiene, paese in provincia di Vicenza. Toccante il post pubblicato ultimamente su Facebook dalla sorella di Danijel, Jovana: ‘Danijel amore mio, perché te ne sei voluto andare così presto? Sono qui che piango da tutta la notte pensando sia solo un brutto incubo. Ancora incredula. Non mi ha dato modo nemmeno di salutarti. E invece tu non ci sei, non ci sei più in quella stanza a giocare alla Ps4, non ci sei più a chiamarmi mille volte per chiedermi qualcosa, non ci sei più a rispondermi male quando ti chiedo il tablet, non ci sei più quando alla sera avevi paura e mi chiedevi di chiudere la porta. Amore mio, tua sorella maggiore ora si prenderà cura di mamma e papà. Ti porterà con sé in qualsiasi posto, sempre con me. Sei la mia gioia, l’amore mio, la mia felicità ed ora il mio angelo custode. Ti divertirai a battere gli altri angeli a FIFA, vero? Ne sono sicura. Ogni tanto salutaci e facci sapere che ci sei. Abbaiamo bisogno della tua forza’.

La morte è collegata alla profilassi antitrombotica?

Un messaggio senza dubbio toccante, struggente. Parole di una sorella maggiore disperata per la repentina dipartita del fratello minore. Perché il piccolo Mitrovic si è sentito male ed è andato in arresto cardiaco? C’entrava quella profilassi antitrombotica? Lo dovranno scoprire gli investigatori. Intanto si attende l’esito dell’esame autoptico. Il caso del piccolo Danijel ha sconcertato non poco. Non si può morire per le conseguenze della frattura di una caviglia. Due anni fa destò scalpore il caso di Benedetta Pina, una 18enne morta dopo una slegatura. Secondo i familiari la ragazza accusò un malore dopo l’iniezione per scongiurare problemi circolatori. All’improvviso Benedetta svenne davanti alla sua scrivania, sotto gli occhi di mamma e sorella. Anche la 18enne, come il 15enne di Thiene, venne colpita da un arresto cardiaco durante il trasporto al Pronto soccorso dell’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia. Il personale sanitario, però, non poté che constatare la morte della ragazza: l’encefalogramma era piatto. I genitori autorizzarono l’espianto degli organi.

Benedetta e Danijel: due giovani volati in cielo troppo presto. Due destini simili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *