Sigarette a nicotina ridotta: pubblicato un nuovo studio

By | 22 agosto 2014

Il basso dosaggio di nicotina non incrementa la quantità di sigarette fumate, come precedentemente sostenuto

Uno studio di qualche tempo fa aveva dimostrato che fumare sigarette a basso quantitativo di nicotina (come le sigarette elettroniche) non contribuisse a rendere meno dannoso il vizio del fumo, in quanto il fumatore per soddisfare la propria dipendenza dalla sostanza avrebbe aumentato il numero delle sigarette, inalando quindi dosi maggiori di catrame e monossido di carbonio.
sigarette
La ricerca pubblicata su Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention vuole dimostrare l’esatto contrario, al fine di consentire al FDA di ridurre la dose di nicotina in tutte le sigarette in commercio.

Lo studio è stato effettuato su un campione di 70 canadesi fra i 18 e i 65 anni, fumatori di almeno 5 sigarette al giorno a normale dosaggio di nicotina (1,2mg). Le abitudini dei partecipanti sono state monitorate prima dell’inizio della ricerca, dopo e durante.
Per tre settimane i soggetti hanno fumato sigarette a basso dosaggio di nicotina, 0.6, 0.3 e 0.5.

Le analisi del sangue hanno rilevato che, sebbene la nicotina assunta fosse inferiore, gli altri valori erano rimasti sostanzialmente immutati, segno che la riduzione di nicotina non ha avuto effetti sul numero di sigarette fumate.

Category: News Salute

About Pamela Tela

Scrivo news giornaliere scegliendo quelle più interessanti per i lettori, amante del cinema e dei libri. Mi piace leggere e a volte anche correre :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.