Silvio Berlusconi, assegno Veronica Lario esagerato

By | 16 novembre 2016

Silvio Berlusconi corrisponde una cifra esagerata, ogni mese, all’ex moglie Veronica Lario, quindi l’assegno di mantenimento va ridotto. E’ questa, in soldoni, la richiesta fatta dal sostituto procuratore Francesca Cerioni alla Corte di Cassazione. La decisione dovrebbe arrivare tra un mese. Veronica Lario percepisce mensilmente la ‘modica’ cifra di un milione di euro.

Un milione di euro al mese per Veronica Lario

E’ costata certamente cara a Silvio Berlusconi la separazione da Veronica Lario. L’ex premier deve versare, ogni mese, all’ex moglie un milione di euro a titolo di assegno di mantenimento. Originariamente la Lario incassava 2 milioni al mese; poi la cifra è stata ridotta dalla Corte d’Appello di Milano. Francesca Cerioni ha chiesto un’ulteriore riduzione del mantenimento che il leader di Forza Italia deve versare a Veronica, sostenendo la necessità di un tetto massimo all’assegno di mantenimento nel caso sia suscettibile di generare ricchezza o permettere a chi lo percepisce di fare investimenti importanti. Silvio Berlusconi adesso spera in una decisione per lui favorevole della Suprema Corte. Per una volta, la Procura si schiera dalla parte del numero uno di Forza Italia e chiede di diminuire la consistenza dell’assegno di mantenimento.

La parola passa alla Cassazione, decisione il prossimo mese

L’ex premier ha spesso parlato di cifra ‘abnorme’ in riferimento alla somma che deve versare ogni mese alla sua ex. Adesso la parola passa alla Cassazione, che dovrà decidere al massimo entro un mese. L’assegno, in sostanza, dovrebbe garantire a Veronica Lario lo stesso tenore di vita che aveva in costanza di matrimonio. Nel determinare la somma spettante alla donna, i magistrati avevano preso in considerazione il fatto che la Lario possiede un palazzo a Milano e 2 edifici a Milano 2 che generano una rendita inferiore ai costi di manutenzione. Insomma, Veronica non avrebbe denaro per permettersi tali beni.

Veronica Lario, al secolo Miriam Bartolini, e Silvio Berlusconi sono stati sempre in conflitto riguardo all’aspetto economico della separazione. Originariamente lei aveva chiesto all’ex una somma forfettaria di mezzo miliardo di euro per chiudere la vicenda. Lui non ha accettato e la storia è andata avanti. Adesso si attende la decisione della Cassazione. L’assegno di mantenimento deve garantire all’ex coniuge lo stesso tenore di vita che aveva in costanza di matrimonio. Siccome quello di Veronica Lario era alquanto alto, è normale che l’appannaggio mensile sia principesco. Del resto, Silvio Berlusconi appare sempre nella top 200 degli uomini più ricchi al mondo.

Reddito di Silvio Berlusconi è calato negli anni

Negli ultimi anni, sembra che il reddito del leader di Forza Italia sia calato. Ecco perché Silvio pretende una riduzione della somma che deve versare mensilmente alla Lario. L’ex premier è meno ricco anche a causa del flop delle sue controllate, Mediaset in primis. Un articolo firmato da Ettore Levini di Repubblica , pubblicato 4 anni fa, ha permesso di scoprire che Silvio Berlusconi guadagna, dal 1994, 400.000 euro circa al giorno. Non solo. Il buon Silvio avrebbe potuto guadagnare di più se nel 1998 avesse venduto Mediaset a Rupert Murdoch. Questo infatti offrì al Cavaliere 6 miliardi di euro. Piersilvio e Marina esortarono il padre a non accettare l’offerta e, quindi, non ci fu l’accordo. L’amor proprio vinse su tutto. I 2 figli di Berlusconi, così, evitarono il passaggio di Mediaset nelle mani dello ‘Squalo’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *