Sindaco cita parole di Hitler: copia-incolla del Mein Kampf nel giornalino

By | 12 ottobre 2017

Sindaco Sover shock: discorso hitleriano nel giornalino localeBufera a Sover, paesino in provincia di Trento, per le parole contenute nel giornalino locale, imputabili al sindaco Carlo Battista. Il primo cittadino avrebbe usato le parole di Adolf Hitler nel discorso relativo al rapporto tra Stato e comunità. Quei termini nauseanti erano apparsi sul giornalino locale di agosto. A quanto pare, c’è stato un vero copia-incolla del Mein Kampf, celebre volume scritto dal dittatore nazista durante un periodo di prigionia, in gioventù. Il sindaco di Sover ha cercato di ‘smarcare’ le critiche imputando la responsabilità a un suo giovane collaboratore e alla sua non elevata cultura: ‘Questo copia e incolla è avvenuto a mia insaputa, ho solo la terza media, sono un artigiano, con l’italiano non vado d’accordo e per quel testo ho chiesto aiuto a un mio collaboratore, a cui ho chiesto di mettere in forma scritta alcuni miei pensieri. Non sono di destra, il mio cuore è autonomista, non ho commesso nessun reato. Tutta colpa dell’opposizione in Consiglio comunale, che su questa storia ora vuole montare un caso. Il mio collaboratore è un giovane appassionato di storia, che non mi risulta abbia passioni per la svastica: non sapevo avesse copiato il Mein Kampf, ma mi prendo la responsabilità di quello che è successo perché lui non si merita di finire sui giornali’. 

Frasi scritte ‘a mia insaputa’

Carlo Battista replica alle accuse sull’editoriale contenente termini presenti nel Mein Kampf ed afferma che quel copia-incolla non l’aveva fatto lui ma il giovane collaboratore patito di storia. Frasi scritte ‘a mia insaputa’. La locuzione ‘a mia insaputa’ sta finendo troppo spesso sulla bocca dei politici italiani, ultimamente, non credete?

Il sindaco di Sover dice di prendere le distanze dal Mein Kampf, non essendo di estrema destra, e chiede ai media di avere pietà, visto che non è stato lui a scrivere quelle parole. L’editoriale incriminato era una chiara apologia dei Comuni in un momento di fusioni e accorpamenti. Sarebbero state copiate alcune parole del secondo capitolo del libro scritto da Hitler. Il pensiero di quest’ultimo, che si riferiva allo Stato, è stato adattato alla realtà comunale.

Sindaco di Sover dovrebbe fare attenzione ai suoi collaboratori

Visto che l’italiano, scritto e parlato, non è il suo forte il primo cittadino di Sover aveva incaricato un suo collaboratore di redigere l’editoriale pubblicato nel giornalino di agosto. Ne è venuto fuori, però, un editoriale nostalgico, che è stato travolto da una marea di insulti. Tempi duri per l’autonomista Battista, che forse deve fare maggiore attenzione nella scelta dei suoi collaboratori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *