Spara alla fidanzata e poi si uccide: Mattia e Alba Chiara dovevano sposarsi

By | 1 agosto 2017

Trento, uccide la fidanzata e si suicida: dovevano sposarsiMattia Stanga e Alba Chiara Baroni dovevano sposarsi. Avevano perfino acquistato la casa dove passare tanti anni insieme. Qualcosa è andato per il verso sbagliato, però, visto che lui, 24 anni, ha ucciso la compagna con la sua pistola e poi si è suicidato. L’omicidio-suicidio è avvenuto in un appartamento di Tenno, in Trentino. Non si conosce il movente della tragedia, si sa solo che lui ha fatto fuoco varie volte, provocando la morte della fidanzata e la sua. A scoprire i cadaveri sono stati i vigili del fuoco e i carabinieri, allertati dai vicini, che avevano udito gli spari. Il dramma è avvenuto tra le mura domestiche, in una casa nella zona residenziale del paesino trentino. Alba Chiara e Mattia si conoscevano da quando erano piccoli ed erano fidanzati. Stavano pensando alla convivenza, prodromica alle nozze, invece la morte li ha presi. E non si conosce neanche il motivo, perché non è stato lasciato nessun messaggio o biglietto.

Cadaveri nel bagno dell’appartamento di Tenno

Alle 14, ieri, i carabinieri e i pompieri sono entrati in un appartamento di Tenno ed hanno trovato in bagno, al piano superiore, i cadaveri di Alba Chiara Baroni e Mattia Stanga.  C’era anche la pistola usata per compiere l’omicidio-suicidio, una calibro 9 per 21 regolarmente detenuta. Perché Mattia, bravo ragazzo e stimato da tutti, ha fatto fuoco. Qual è il motivo che lo ha portato a compiere il gesto estremo? Mattia lavorava alla cartiera di Riva del Garda ed era anche volontario dei Vigili del fuoco; Alba Chiara, invece, faceva la barista all’Hotel Mirage. Chi li conosceva parla di una coppia molto affiatata. Il 24enne e la 22enne si conoscevano sin da bambini ed ora stavano pensando alle nozze.

I carabinieri di Riva del Garda e i colleghi del Nucleo investigativo provinciale hanno detto che Mattia ha sparato probabilmente nel bagno e poi si è ucciso sempre nello stesso posto. Non a caso i corpi esanimi dei due fidanzati sono stati trovati proprio in bagno. Un omicidio-suicidio che sconvolge Tenno e tutti quelli che conoscevano Mattia e Alba Chiara, due ragazzi con la ‘testa a posto’, corretti e solidali. Sorprende non poco, dunque, l’azione letale del 24enne. Sembra che tra i due, di recentemente, vi fossero stati dei piccoli attriti ma nessuno pensava che avrebbero portato a un gesto simile. Un amico di Mattia, anche lui volontario nei vigili del fuoco, ha rivelato: ‘Dovevano andare a convivere a settembre e avevano già trovato casa a Tenno. Mattia era innamorato pazzo e anche Alba’.

Sconcerto a Tenno, sindaco: ‘Ragazzi ben integrati’

A Tenno tutti erano al corrente del fatto che la coppia di giovani fidanzati fosse in procinto di sposarsi. La notizia dell’omicidio-suicidio ha suscitato incredulità e sconforto. Tante persone non riescono a credere che possa essere accaduta a una tragedia del genere a Tenno. Adesso gli abitanti del piccolo centro cercano di sostenere i genitori e i parenti di Alba Chiara e Mattia. Sbigottito e addolorato anche il sindaco Gian Luca Frizzi: ‘Erano persone oggettivamente limpide, inserite nella comunità. È davvero difficile da credere, è un dramma che ferma il tempo, al punto che non si capisce se sia incubo o realtà’. E’ la dura realtà, caro sindaco, impietosa e cinica. I carabinieri intanto continuano ad indagare sulla vicenda. L’assenza di messaggi e biglietti fa ritenere che Mattia abbia agito improvvisamente, spinto da un impulso omicida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.