Spara all’amante e alla moglie, poi si suicida: Roma come Bronx

By | 7 luglio 2017

Roma: spari a Tor Bella Monaca e Ostia, 34enne suicidaUna storia triste, un disagio dovuto determinato da chissà quale motivo. Fatto sta che nelle ultime ore, a Roma, sono avvenute due sparatorie che hanno visto come protagonista un buttafuori 34enne con precedenti per lesioni e porto abusivo di arma da taglio. L’uomo, secondo le prime informazioni, aveva l’amante. Questa, però, aveva parlato della storia alla moglie del buttafuori. Quando ha scoperto della ‘soffiata’, l’uomo è andato su tutte le furie ed ha sparato colpi di pistola sia verso la casa dell’amante, a Tor Bella Monaca, che verso quella della cognata, ad Ostia, dove attualmente vive la moglie. Due sparatorie in due quartieri di Roma. L’autore, però, sempre lo stesso.

Un’altra tragedia nella ‘città eterna’

Un 34enne, adiratosi per il fatto che la moglie era venuta a conoscenza della tresca, aveva deciso di punire sia l’amante che la moglie stessa. Prima, dunque, gli spari a Tor Bella Monaca; poi quelli a Ostia, in via Forni. Le due donne, fortunatamente, sono rimaste illese. Dopo le sparatorie, l’uomo ha vagato per un po’ sul lungomare Duca degli Abruzzi, a Ostia, finché non si è imbattuto in una pattuglia dei carabinieri. Il 34enne aveva ancora la pistola in mano. I militari hanno tentato di tranquillizzarlo e disarmarlo ma non ci sono riusciti. Il buttafuori si è puntato l’arma da fuoco alla tempia ed ha fatto fuoco, spirando all’istante. I carabinieri non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Un’altra storia tragica si è consumata a Roma.

loading...

I carabinieri hanno iniziato ad indagare sulla vicenda drammatica avvenuta nelle ultime ore tra Tor Bella Monaca e Ostia. Il 34enne voleva incontrare l’amante, che vive nel quartiere popolare alla periferia est della Capitale. La donna, a quanto pare, si era affacciata dal suo appartamento. Il 34enne, non appena l’ha vista, ha premuto il grilletto. Due colpi che, per fortuna, non hanno raggiunto l’amante. Non pago, l’uomo ha commesso un gesto simile davanti alla casa della cognata, dove vive la moglie.

Lì dove la malavita dà lavoro ai residenti

Ostia e Tor Bella Monaca balzano nuovamente agli onori delle cronache per un episodio cruento. Stavolta, però, non c’entrano nulla la malavita e lo spaccio; la tragedia è sfociata da un intreccio sentimentale. Il 34enne di Ostia si è adirato non poco quando ha scoperto che l’amante aveva rivelato il flirt alla moglie. Quando non ci sono droga e criminalità a far parlare di Tor Bella Monaca e Ostia ci si mettono le relazioni sentimentali ‘torbide’ e intricate. Ancora una volta, i quartieri ‘ricchi’ di disoccupazione e malavita vengono alla ribalta. Ancora una volta le forze dell’ordine si sono trovate davanti a situazioni drammatiche in contesti difficili. Sì perché a Ostia, come a Tor Bella Monaca, lo Stato sembra latitare. Lì dove finisce lo Stato inizia la malavita, che dà anche lavoro a molte persone. Tanti, ad esempio, sono quelli disposti a nascondere armi e droga e fare da sentinelle per denaro. Lo Stato non offre nulla, o poco, a chi vive in tali quartieri e la malavita ne approfitta. Il 34enne che si è suicidato nelle ultime ore, invece, faceva il buttafuori, quindi svolgeva un lavoro onesto. Aveva però precedenti penali. Quando arriverà il momento in cui Tor Bella Monaca, Ostia ed altri quartieri romani si toglieranno la ‘veste da Bronx’?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *