Specchio cade e uccide bimba di 2 anni: paura nel negozio di scarpe

By | 6 marzo 2018

usa-bimba-uccisa-da-specchioTanta paura e desolazione in un negozio di scarpe americano. Il destino, certe volte, è proprio spietato. La piccola Ifrah, 2 anni, era entrata in un negozio di scarpe di Riverdale, a sud di Atlanta, insieme ai suoi familiari. La famiglia era uscita di casa, il venerdì sera, per fare shopping a Payless ShoeSource. Ebbene, Ifrah Siddique ha perso la vita proprio in tale negozio. I parenti l’hanno vista per terra, esanime, in una pozza di sangue. Uno specchio le è caduto addosso, non lasciandole scampo. L’Atlanta Journal-Constitution ha confermato che la famiglia stava facendo shopping nel negozio di scarpe sulla Route 85, a Riverdale.

Parenti sotto shock

Come tanti bimbi, Ifrah era vivace e, dopo essere entrata nel negozio di scarpe, si era messa a gironzolare. Le è costato caro, però, avvicinarsi a uno degli specchi a figura intera del negozio, quello che i clienti usano per vedere come appaiono con le nuove scarpe ai piedi. Lo specchio non era fissato alla parete, traballava, ed è caduto sulla bambina. Erano le 20 circa. ‘Non te lo aspetteresti davvero. Siamo tutti in stato di shock’, ha affermato Aqib Iftkhar, cugino della vittima, ai microfoni della WSB-TV. Il ragazzo ha aggiunto che la cugina aveva perso molto sangue e i paramedici non sono stati in grado di salvarla. L’emorragia è costata la vita alla piccola Ifrah.

Specchio killer nel magazzino

La signora Tish Tultaick, che lavora accanto al Payless, si è subito precipitata nel negozio di scarpe dopo aver sentito le urla: ‘Ho visto il sangue e la bambina. Era sdraiata lì senza vita’. La Tultaick ha tentato di aiutare i parenti di Ifrah ma è stata bloccata da alcuni soccorritori. Molti tabloid e siti hanno pubblicato le immagini dello specchio killer. L’oggetto si trovava in un magazzino, vicino a una fontana. Probabilmente la piccola era stata attratta da quell’oggetto.

Negozi pericolosi per i bimbi

Il mix di circostanze pericolose e genitori distratti può rendere i negozi luoghi molto pericolosi per i bambini. Il Nationwide Children’s Hospital ha dichiarato che ogni anno si procurano ferite con i carrelli della spesa circa 24.000 bambini. L’anno scorso, a febbraio, un bimbo di 10 anni ha battuto la testa contro un display, a Topshop (noto negozio di abbigliamento nel Regno Unito) ed è morto. Adesso un altro tragico incidente in uno store americano. Payless, attraverso un comunicato, ha dato le sue condoglianze alla famiglia di Ifrah: ‘Le nostre più sentite condoglianze vanno alla famiglia di Ifrah Siddique durante questo periodo di incredibile perdita. Siamo devastati per questo tragico evento e stiamo collaborando pienamente con le autorità per cercare di comprendere la natura di questo incidente’.

Le domande dei familiari di Ifrah

Il negozio di scarpe ha precisato di non voler fornire altre informazioni per rispettare la privacy della famiglia. I parenti di Ifrah hanno detto che hanno molti interrogativi. Il cugino della vittima ritiene che quello specchio si muoveva, era pericoloso. Adesso spera che nessun altro bimbo faccia la fine di Ifrah: ‘Vogliamo che questo non accada di nuovo a nessuno. Non vogliamo vedere un altro minore vivere una simile tragedia’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.