Spice, droga più consumata dai giovani italiani dopo la cannabis

By | 2 gennaio 2018

Spice cannabis drogaC’è una droga sintetica molto in voga tra i giovani italiani. Una sostanza stupefacente che forse molti non conoscono. Parliamo della Spice. Non si conoscono ancora gli effetti di tale droga ma è certo che è sempre più consumata dai ragazzi italiani. A prima vista, la Spice si presenta come normale erba essiccata. Gli effetti sono simili a quelli della cannabis. E i rischi per la salute? Beh, quelli non sono ancora ben noti. I dati, comunque, parlano chiaro: la Spice è la seconda droga più assunta dai ragazzi italiani dopo la marijuana.

Spice: la ‘droga zombie’

Sabrina Molinaro, responsabile della ricerca Espad Italia 2016, ha detto che la cannabis è sempre la sostanza psicoattiva illegale più consumata in Italia. I giovani iniziano a provarla già a 15 anni.

Dalla ricerca emerge che un terzo dei giovani italiani tra i 15 e i 19 anni ha assunto una sostanza psicoattiva illegale almeno una volta.

loading...

La Spice è stata assunta almeno una volta nella vita dall’11% dei giovani italiani tra i 15 e i 19 anni. ‘Il 35,5% di questi lo ha fatto 10 volte o più’, ha spiegato la Molinaro.

L’esperta è preoccupata per la veloce diffusione della Spice tra i giovani italiani. Si tratta infatti di una sostanza psicoattiva di cui ancora non si conoscono bene i suoi effetti sulla salute.

Prima dell’approdo in Italia, la Spice ha spopolato tra i ragazzi inglesi e americani. In realtà, la droga è ancora molto consumata anche all’estero. L’autorevole tabloid britannico Sun l’ha addirittura ribattezzata ‘droga zombie’ perché renderebbe gli assuntori come ‘morti viventi’.

Centri inglesi pieni di ‘morti viventi’

L’incubo Spice sta trasformando i centri urbani in veri film horror’, aveva titolato uno dei suoi articoli il prestigioso quotidiano britannico Mirror.

Il Daily Mail aveva invece scritto che la Spice “trasforma le persone in ‘morti viventi’ in pochi minuti, e sta rovinando le vite in tutta la Gran Bretagna”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *