Arte e cultura

Spoleto: crolla muro in Piazza Duomo, travolti gazebo e ponteggi

Crolla muro a Spoleto, vigili del fuoco rimuovono detritiIn questi giorni Spoleto è più visitata del solito perché è in corso il celebre Festival dei Due Mondi. Ieri un incidente poteva causare feriti. Fortunatamente, nessuno è rimasto coinvolto, quindi non vi sono state vittime e feriti. All’improvviso, a due passi da Palazzo Bufalini, un muro ha ceduto. Il crollo, secondo i primi accertamenti, è stato dovuto a uno smottamento. Dalle foto che circolano in queste ore sul web si vede bene la terra, vicino a un palazzo privato, che è arrivata vicino al muro famoso perché custodisce le ceneri di Thomas Schippers. Lo smottamento ha travolto ponteggi e gazebo. Sul posto sono immediatamente accorsi i vigili del fuoco. Dopo le prime indagini è emerso che il crollo non ha causato vittime e feriti.

Tanti turisti a Spoleto

Solo un po’ di paura, ieri, a Spoleto, dove è in corso il Festival dei Due Mondi. I vigili del fuoco stanno lavorando alacremente per rimuovere in tempi brevi i detriti e rendere sicura la zona, anche perché in questi giorni vi transitano molti turisti. Spoleto in questo momento dell’anno diventa una sorta di Capitale del mondo. Sul luogo del crollo sono arrivati anche i carabinieri, che hanno iniziato a compiere i primi rilevamenti per scoprire il motivo del cedimento del muro. Anche ieri, in Piazza Duomo, c’erano tanti turisti che passeggiavano. Il sindaco di Spoleto, Fabrizio Cardarelli, ha assicurato che, nell’arco di qualche giorno Piazza Duomo sarà nuovamente agibile al 100%. E’ già stato studiato un piano con i tecnici del Comune per mettere in sicurezza l’area interessata dal crollo e rimuovere le macerie rapidamente. Il fatto, comunque, ha allarmato perché quei detriti e quella terra avrebbero potuto ‘investire’ tante persone.

La storia del Festival dei Due Mondi

Il Festival dei Due Mondi poteva essere intaccato da un brutto episodio ma, per fortuna, il cedimento del muro ha avuto un esito fausto. L’evento nel centro in provincia ha anche una risonanza mondiale. Ogni anno, tanti turisti stranieri vengono a Spoleto per partecipare a uno dei più antichi festival umbri. La rassegna nacque nel lontano 1958. L’idea venne al musicista Gian Carlo Menotti, spinto dal desiderio di unire due mondi artistici diversi e due culture, quella europea e americana. Da qui il nome Festival dei Due Mondi. L’obiettivo del maestro Menotti era quello di creare un festival diverso da tutti gli altri, un evento internazionale. Ebbene, l’artista riuscì a centrare l’obiettivo, poiché, ogni anno, la manifestazione richiama a Spoleto moltissimi turisti stranieri, provenienti da ogni zona del mondo.

E’ indubbio che il Festival dei Due Mondi sia uno degli appuntamenti culturali e artistici più famosi e particolari in tutto il mondo. L’evento richiama tantissima gente. Anche ieri, quando si è verificato il crollo del muro, Piazza Duomo era gremita. E’ un paradosso ma la manifestazione umbra gode di maggior successo all’estero che in Italia. Lo testimonia il numero degli stranieri che arrivano nel centro umbro. Il Festival dei Due Mondi non ha concorrenti in Europa per qualità e tipologia di appuntamenti. Senza contare che, nel corso degli anni, hanno partecipato alla manifestazione umbra artisti del calibro di Zubin Mehta, Franco Zeffirelli, Roberto Rossellini, Carla Fracci e Rudolph Nureyev.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.