Spray al peperoncino alla Capannina di Forte dei Marmi: locale evacuato

By | 26 agosto 2017

Spray al peperoncino in Capannina, storica discoteca di Forte dei MarmiQualcuno ha spruzzato un po’ di spray al peperoncino alla Capannina di Forte dei Marmi. Ieri notte, nel pieno del divertimento, una ventina di persone hanno iniziato ad avvertire strani malori. Tali soggetti non riuscivano a respirare bene e sentivano prurito su tutto il corpo. Sei di essi sono stati trasportati all’ospedale Versilia, gli altri, invece, monitorati sul posto dal personale del 118. Nel noto locale in provincia di Lucca sono state rinvenute 2 bombolette di spray al peperoncino, il cui contenuto potrebbe essere stato alla base dei malesseri. Caos e paura quando diversi avventori del locale si erano sentiti male. Qualcuno, per un attimo, aveva pensato a un attacco terroristico. Gli investigatori, dopo aver evacuato la Capannina, non hanno scoperto altre sostanze oltre allo spray al peperoncino. Ne deriva che alla base del fastidio provato da una ventina di clienti del locale c’è solamente la sostanza urticante. Sarà compito delle forze dell’ordine scoprire chi l’ha diffusa in Capannina, discoteca fondata nel 1929.

Capannina: locale più antico al mondo ancora attivo

Chi ha spruzzato nebulizzato spray al peperoncino nel locale più antico al mondo? Come ogni fine settimana, il locale era gremito. Alla consolle c’era, tra l’altro un certo Gigi D’Agostino. Tutto procedeva alla grande, poi l’imprevisto. Alcuni avventori avevano lamentato problemi respiratori, mal di testa, nausea e forte prurito. I titolati del locale avevano subito chiamato il 118 e i carabinieri. Sul posto anche i vigili del fuoco del nucleo batteriologico, chimico e radiologico regionale. L’intervento è durato qualche ora. Non si è certamente trattato di un attacco terroristico ma di uno scherzo non certo spiritoso. Molti ragazzi si sono sentiti male e alcuni sono finiti in ospedale.

Un minorenne si era messo a rubare

Un minorenne, sfruttando il caos e il panico, aveva rubato oggetti nelle borse dei clienti. E’ stato fermato ma non sembra ci sia un collegamento tra i furti e la diffusione dello spray al peperoncino. Ora gli inquirenti stanno vagliando i filmati contenuti nelle telecamere di video sorveglianza per scoprire chi ha spruzzato la sostanza irritante. La notte tra il 25 e il 26 agosto 2017 è stata decisamente movimentata alla Capannina di Forte dei Marmi, anche se il fremito collettivo non è derivato dalla buona musica ma da una sostanza chimica.

Sebbene in Italia lo spray al peperoncino sia legale dal 12 maggio 2011, in molte nazioni è ancora proibito. In Belgio, ad esempio, chi possiede una bomboletta o utilizza tale sostanza viene multato. Lo possono usare solamente i poliziotti. Un regime simile c’è in Finlandia, dove per poter usare lo spray al peperoncino bisogna avere il porto d’armi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.