Animali

Squalo assassino cerca di mordere i clienti in una pescheria a Londra

Lo scherzo dello squalo assassinosqualo assassino

Non bisogna mai fidarsi di uno squalo assassino, neppure quando è morto. E’ questo che hanno imparato i clienti di una pescheria a Londra dove uno squalo assassino interno era esposto con tanto di cartellino del prezzo. Si trattava in realtà di uno scherzo al cardiopalma, lo squalo assassino era un robot capace di agitarsi e muovere le impressionanti fauci fornite di denti aguzzi, non appena qualcuno gli si avvicinava.
Le reazioni esagerate degli ignari avventori sono davvero esilaranti, d’altronde chi penserebbe di dover avere paura di uno squalo esposto tra il ghiaccio di un bancone della pescheria sotto casa?
E’ questo l’effetto che vogliono farci provare i produttori dello scherzo e del film.
Sì, del film, perché lo scherzo ripreso da una telecamera nascosta è servito da lancio al secondo capitolo del film di serie B che ha sbancato tutti i botteghini per la sua bizzarra idea: Sharknado 2.
Per chi non lo conoscesse, il film tratta di un tornado, che passando dal mare alla terra, trascina nel suo turbinio una quantità spropositata di squali per riversarli sulle strade tra le persone: carneficina splatter e cattivo gusto sono assicurati.
Buona visione:

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.