Cronaca

Stacca orecchio al tunisino che fissa la moglie

Stacca orecchio a tunisino che guarda la moglieVicenda grottesca e tragica alla Stazione Centrale di Palermo, luogo spesso balzato agli onori delle cronache per fatti di cronaca nera. Ieri sera un uomo siciliano si è avvicinato a un posteggiatore abusivo tunisino e gli ha staccato una parte d’orecchio con un coltello; poi si è dato alla fuga. L’italiano, secondo le prime indiscrezioni, avrebbe commesso il gesto per gelosia: era stanco dei continui ammiccamenti che l’immigrato faceva alla moglie. Insomma, il tunisino fissava spesso la 45enne, che abita vicino alla Stazione Centrale. Questi continui e durevoli sguardi davano fastidio al siciliano che, a quanto pare, aveva già chiesto all’africano di smetterla, di non guardare più la moglie.

Passanti richiamati dalle urla di dolore del tunisino

Nonostante gli avvertimenti dell’italiano, il tunisino aveva continuato a fissare la 45enne italiana. Ieri sera però, il marito, esausto della sfacciataggine di quel tunisino, ha estratto un coltello ed ha staccato una parte d’orecchio al trentenne. Questo ha iniziato ad urlare per il dolore, richiamando l’attenzione di diverse persone, che subito hanno chiamato il 118. Sul posto sono arrivati anche i poliziotti, che hanno iniziato ad indagare sulla vicenda. L’aggressore è attualmente ricercato. Alla scena ha assistito anche la donna adulata con gli sguardi. Il tunisino probabilmente non immaginava che il suo atteggiamento avrebbe urtato l’italiano al punto tale da diventare violento.

La gelosia colpisce ancora

Il marito siciliano, molto geloso, non ammetteva che quel tunisino guardasse con insistenza la moglie e ieri gliel’ha voluto far capire una volta per tutte, in maniera crudele, però, Ora l’italiano è ricercato e rischia grosso. La gelosia degli uomini siciliani ha colpito ancora. Tutti sanno che gli uomini che nascono nella splendida isola italiana sono notoriamente più gelosi degli altri. Tale atteggiamento, però, è stato alla base anche di molte sciagure. In molti si sono domandati perché i Siculi Homines sono più possessivi di tutti gli altri. Beh, facendo molte ricerche, anche su web, non si trova una risposta univoca. La tesi più confortata è quella del clima; in sostanza la gelosia dei siciliani è dovuta al caldo della Sicilia. Si tratta, comunque, di una motivazione alquanto fantasiosa.

Il caldo siciliano renderebbe ‘focose’ anche le donne, quindi inclini ai tradimenti. Ecco perché la maggior parte degli uomini siciliani sono gelosi e controllano ogni movimento delle partner. Si spiega, dunque, perché vanno in scena episodi analoghi a quello avvenuto ieri sera davanti alla Stazione Centrale di  Palermo. Caldo a parte, non bisogna dimenticare che la gelosia è anche sintomo di forte amore verso il partner. In Sicilia, del resto, c’è un proverbio che recita: ‘Amuri e gilusia stanno ‘ncumpagnia’. Come dire: amore e gelosia vanno sempre a braccetto.

Adesso il parcheggiatore abusivo tunisino forse ha compreso che gli uomini siciliani sono veramente gelosi delle mogli. La prossima volta, prima di fissare una donna, ci penserà due volte. L’africano ricorderà per sempre l’episodio di ieri sera, anche perché ne ha segni sul corpo. Non ha più una parte di orecchio ma è vivo. Peggio, invece, è andata qualche mese fa a Marcello Cimino, un 45enne a cui è stato dato fuoco da un marito geloso, Giuseppe Pecoraro. Le fiamme hanno ucciso Cimino. Pecoraro è finito in carcere e, ai giudici, ha detto di aver agito per gelosia.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.