Stanno per staccarle la spina: bimba torna a respirare

By | 15 dicembre 2017

Alabama Lacey Jane AyersUn vero e proprio miracolo quello avvenuto in Alabama (Usa) di recente. Una bimba di 3 anni, Lacey Jane Ayers, è tornata a respirare poco prima de distacco della spina. I medici volevano toglierle il supporto vitale perché credevano  che non ci fosse più niente da fare. Sbagliavano. All’improvviso le condizioni della piccola sono migliorate. I genitori e i medici sono rimasti stupiti. La piccola, sabato scorso, era rimasta coinvolta in un brutto incidente stradale. Era in macchina con i genitori e il fratellino.

Familiari lievemente feriti

Ad avere la peggio, dopo quell’incidente stradale, era stata proprio la piccola Lacey Jane. Il padre, la madre, e il fratellino avevano riportato lievi ferite. La minorenne era stata trasportata d’urgenza presso l’Alabama Children’s Hospital.

I medici del nosocomio americano avevano subito cercato di salvare la bimba, ma le sue condizioni peggioravano di ora in ora. A un certo punto, il personale sanitario aveva ritenuto di toglierle il supporto vitale.

Poco prima del distacco della spina, la bambina è tornata a respirare autonomamente. Medici e genitori hanno gioito.

Lacey Jane riuscirà a guarire?

Adesso il papà e la mamma di Lacey Jane vogliono sapere se la piccola ha riportato danni cerebrale e quanto tempo dovrà passare fino alla completa guarigione.

Il 32enne Daniel Horton, zio di Lacey Jane, ha affermato che i genitori sono preoccupati per gli eventuali danni alla testa e al cervello.

Secondo le ultime informazioni, la bambina ha riportato gravi lesioni alla testa e al collo.

Tutto per colpa di quel drammatico incidente stradale. La famiglia tornava casa dopo lo shopping natalizio a Russellville. Sia Lacey Jane che il fratellino erano seduti correttamente sui sedili posteriori. Le cinture erano allacciate. La dinamica dell’incidente è ancora poco chiara. Gli investigatori stanno svolgendo accertamenti.

Daniel dice che sua nipote è molto tenace e resistente. Secondo lui guarirà presto.

L’ho visitata lunedì e mi ha stretto la mano. Era difficile guardarla in quelle condizioni’, ha rivelato lo zio della piccola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.