Statua senza veli presa a martellate da un integralista islamico

By | 19 dicembre 2017

Algeria statua rovinata integralistaUna statua raffigurante una donna senza vestiti è stata danneggiata da un salafita algerino. L’episodio è avvenuto nel pieno centro di Setif, città dell’Algeria. I cittadini sono rimasti scioccati quando hanno notato la deturpazione della celebre statua, che tra l’altro è il monumento più importante della città. Si tratta della fontana di Ain el-Fouara. L’uomo, un salafita, ha vandalizzato la statua perché la reputa un disonore, un simbolo di adorazione spasmodica per una donna senza indumenti.

Cittadini sotto shock

Ieri, lunedì 18 dicembre 2017, è stato pubblicato su vari social media algerini il filmato che ritrae la statua danneggiata.

Il video mostra l’estremista islamico che sale sulla statua e la colpisce con un martello e una barra di ferro specialmente al volto e al torace.

Molte persone si sono avvicinate al salafita, intimandogli di finirla e scendere dalla statua. Lui, però, li ha minacciati con gli attrezzi che aveva con sé, continuando a rovinare il celebre monumento algerino.

Integralista fermato dalla Polizia

Il violento integralista islamico è stato, alla fine, fermato dalla Polizia ed alcuni cittadini. L’uomo avrebbe opposto resistenza anche gli agenti.

La statua di Ain-el-Fouara si trova nel centro storico di Setif ed è considerata tra i monumenti più famosi dell’Algeria. Oggi giorno, migliaia di turisti si recano a Setif per ammirarla.

La fontana su cui poggia la statua raffigurante una donna senza abiti venne costruita nel 1898 dallo scultore francese Francis de Saint-Vidal.

Statua già finita nel mirino degli integralisti

Il monumento danneggiato nelle ultime ore è stato spesso al centro di numerosi dibattito in Algeria. I più conservatori considerano la donna senza vestiti un oltraggio al pudore, un disonore per la città. Per altri, comunque, la statua di Ain-el-Fouara è un punto di riferimento storico e culturale, un vero capolavoro di cui essere fieri.

Non è la prima volta che la nota statua di Setif viene attaccata dagli integralisti islamici. Nel 1997, ad esempio, era stata completamente distrutta da una bomba. Poi, gli studenti della Scuola Nazionale delle Belle Arti si adoperarono per restaurarla.

Un imam, qualche anno fa, disse che era inconcepibile avere una statua raffigurante una donna senza vestiti in un Paese musulmano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.