Striscia la Notizia: Fabio e Mingo non andavano d’accordo

By | 10 ottobre 2016

I due inviati del popolare tg satirico Striscia la Notizia, Fabio e Mingo, non andavano d’accordo da tempo. A rivelarlo è stato proprio Fabio De Nunzio, che giorni fa è stato scagionato dalla torbida storia dei falsi reportage e delle comparse pagate. Lui è stato discolpato ma il collega Mingo no. Fabio ha detto che non augura a nessuno quello che ha provato negli ultimi tempi. Lui non ha mai saputo nulla della storia dei falsi servizi ma è stato accusato ugualmente.

Striscia la Notizia: Fabio e Mingo sospesi oltre un anno fa

Come tutti ben sapranno, i due inviati di Striscia la Notizia Fabio e Mingo sono stati sospesi dalla loro attività oltre un anno fa, dopo l’apertura di un’inchiesta sui falsi servizi. De Nunzio, durante un’intervista rilasciata al Messaggero, ha rivelato che ultimamente non andava più d’accordo con il collega Mingo. Sembra che fosse quest’ultimo, assieme alla moglie, ad organizzare tutti i servizi. Il ‘buon Fabio’ era all’oscuro di tutto e si presentava all’ora e nel luogo indicati per la registrazione. Fabio non immaginava che i protagonisti dei servizi fossero, in realtà, degli attori. L’inviato di Striscia la Notizia ha sottolineato che non ha più sentito Mingo ed esclude che, un giorno, possa tornare a lavorare con lui. Il ‘buon Fabio’ ha subito troppo da quell’uomo.

Archiviazione per Fabio De Nunzio

Il magistrato, giorni fa, ha disposto l’archiviazione delle indagini per Fabio De Nunzio. Ora l’inviato di Striscia la Notizia attende chiarimenti anche da Antonio Ricci e dallo staff del popolare tg satirico che, da anni, va in onda su Canale 5. Fabio si dice molto ‘attapirato’ e non esclude che, da un momento all’altro, possa spuntare Staffelli per consegnargli il ‘Tapiro d’Oro’.  A Fabio farebbe molto piacere ricevere una chiamata dal ‘padre’ di Striscia la Notizia, Antonio Ricci, a cui vorrebbe dire che lui è sempre rimasto il ‘buon Fabio’, ovvero quella persona che lui conosce da circa un ventennio. Chissà se la telefonata di Antonio Ricci arriverà?

Mingo e la moglie avrebbero confezionato 10 falsi servizi

Mingo (Domenico De Pasquale) e la moglie avrebbero realizzato 10 falsi servizi, pagando gli attori. La coppia avrebbe poi inviato il materiale a Striscia la Notizia. Adesso l’ex inviato di Striscia e la moglie devono rispondere di reati vari, tra cui truffa, diffamazione e falso. Disposta invece l’archiviazione per Fabio perché non sapeva nulla dei servizi falsi. Dovrà rispondere di favoreggiamento personale, invece, la segretaria di Mingo e la moglie. Il valore delle truffe architettate da Mingo, secondo i giudici, supererebbe i 170.000 euro.

Domenico De Pasquale si dice innocente

Domenico De Pasquale è stato criticato moltissimo negli ultimi tempi, ma lui si dice innocente, ribadendolo anche sulla sua pagina Facebook. L’ex inviato di Striscia la Notizia ha aggiunto che il tempo gli darà ragione. Secondo la magistratura, Mingo si sarebbe fatto pagare il compenso previsto dal rapporto di collaborazione ed avrebbe chiesto il rimborso del denaro, non dovuto, speso per assoldare attori e figuranti. Ricci, parlando della strategia difensiva di Mingo, ha affermato recentemente che non è la via ottimale per uscire dalla vicenda.

loading...

Le indagini sui falsi servizi mandati in onda da Striscia la Notizia, comunque, vanno avanti. Fabio ha tirato un sospiro di sollievo dopo l’archiviazione; adesso spetta a Domenico De Pasquale dimostrare la sua estraneità ai fatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *