Studente tenta di suicidarsi nel bagno del liceo ‘Mercalli’ di Chiaia

By | 5 dicembre 2017

Uno studente che frequenta il liceo Scientifico ‘Mercalli’ di Chiaia (Napoli) è stato trovato in fin di vita in un bagno. Sul corpo aveva numerose ferite. Il giovane è stato prontamente trasportato all’ospedale ‘Loreto Mare’. Sembra che non sia in pericolo di vita. Dai primi accertamenti svolti dagli agenti, coordinati dal vice questore Maurizio Fiorillo, è emerso che il 16enne aveva cercato di togliersi la vita. Il ragazzino avrebbe tentato di suicidarsi già altre volte, in passato.

Perché lo studente ha cercato di suicidarsi?

Il commissariato San Fernando sta svolgendo le indagini per scoprire di più sull’episodio. Innanzitutto bisogna scoprire perché lo studente del ‘Mercalli’ ha tentato il suicidio.

Secondo le prime indiscrezioni, il corpo dello studente era pieno di tagli. Nel bagno del noto liceo Scientifico c’era molto sangue. Gli operatori del 118 sono arrivati in ambulanza; poi il 16enne è stato trasportato, in codice rosso, al Loreto Mare.

La psicosi meningite di qualche mese fa

Il liceo ‘Mercalli’ di Chiaia balza nuovamente agli onori delle cronache. Nei mesi scorsi, si era parlato della struttura scolastica campana a causa della meningite.

Lo scorso giugno, il liceo Scientifico ‘Mercalli’ aveva inviato ai docenti e ai genitori degli studenti una mail alquanto allarmante.

‘Vi informiamo che per un presunto caso di rilevanza epidemiologica, lunedì 12 l’istituto resterà chiuso per la messa in atto delle profilassi sanitarie previste’, diceva la mail.

Una seconda mail annunciava che i genitori sarebbero stati avvisati per la profilassi contro la meningite.

Il presunto disagio esistenziale di un 16enne

A distanza di qualche mese si torna a discutere del liceo ‘Mercalli’, struttura scolastica frequentata da molti studenti. Stavolta non si parla di meningite ma di disagio, il disagio di un 16enne.

Non si conosce il motivo per cui lo studente campano ha cercato di suicidarsi ma è probabile che stia vivendo un periodo non proprio sereno.

Si attende il commento della preside Luisa Peluso, la stessa che, mesi fa, aveva deciso di chiudere la scuola per fini precauzionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.