Supereroi al funerale di un bimbo di 5 anni

By | 20 maggio 2014

Supereroi, Spiderman, Ironman e Thor al funerale di un bimbo morto per un cancro al cervello

supereroi
Una storia triste giunge dall’Indiana, e ha per protagonista Brayden Denton, un bambino morto a cinque anni per una grave e rara forma di tumore al cervello.
Brayden era un grande fan dei supereroi. La madre, Staci Denton, ha dichiarato:

“Brayden adorava i supereroi dei film e dei fumetti. Il suo idolo era Spiderman, aveva tanti giocattoli dell’uomo ragno.”

Proprio allo scopo di regalare al proprio figlio un ultimo sogno, la donna ha chiesto ad alcuni amici e parenti di travestirsi da supereroi al funerale di Brayden, perché a lui avrebbe fatto infinitamente piacere.
E così la foto di Thor, Spiderman, l’incredibile Hulk, Iron Man, Batman e Superman che accompagnano la bara dello sfortunato bambino ha fatto il giro del mondo, suscitando commozione fra gli utenti di internet.
I supereroi mascherati sono in realtà gli amici e i parenti della famiglia Denton.

Cory Denton, lo zio di Brayden, ha detto:
“Al suo funerale io ero vestito da Thor. E’stata molto dura, ma l’ho fatto per lui. Quando uscì il film di Superman andammo insieme al cinema a vederlo e lui era vestito da Superman. Mi ha fatto compagnia anche per tutti i film della serie Iron Man. Anche se adesso è morto, lui sarà per sempre qui con me tutte le volte che guarderò un film di supereroi.”

“Conoscendo Brayden lo immagino in cielo, che osserva dall’alto i supereroi che accompagnano la sua bara e dice:”Che figo!!”
Ha aggiunto la madre.

Il 28 aprile del 2013 sul social network Facebook la famiglia del piccolo Brayden aveva aperto una pagina allo scopo di far conoscere alla gente il male di loro figlio e di ricevere le donazioni necessarie alle cure (costose) cui doveva sottoporsi.
Poco prima di morire Brayden era riuscito a coronare il suo sogno incontrando Spiderman agli Universal Studios in Florida.
I familiari lo descrivono come il tipico “ragazzo americano”. Amava i film di fantascienza, la vita e lo sport: nonostante le precarie condizioni di salute il medico gli aveva permesso di giocare a Baseball con i bambini della sua età. Purtroppo a nulla sono servite le cure, ma siamo sicuri che se esiste davvero un aldilà il gesto di questa madre sarà stato tanto apprezzato.

Category: News

About Pamela Tela

Scrivo news giornaliere scegliendo quelle più interessanti per i lettori, amante del cinema e dei libri. Mi piace leggere e a volte anche correre :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.