Svizzera vuole Lombardia: annessione entro il 2050?

By | 18 luglio 2017

Lombardia annessa alla Svizzera entro il 2050?La Svizzera vuole annettere la Lombardia ed è probabile che la regione italiana farà parte della Confederazione entro il 2050. Non è la prima volta che questa indiscrezione arriva su siti e tabloid. La Lombardia diventerà veramente svizzera? Il progetto di annessione della regione italiana in Svizzera è stato citato in un articolo pubblicato recentemente sul tabloid Neue Zuercher Zeitung. Il progetto annovera non solo l’annessione della Lombardia, che dunque diventerà un cantone elvetico, ma anche della Savoia, dell’Alto Adige e della regine tedesca Baden-Wuerttemberg. Già cinque anni fa, il ministro della Difesa svizzero, Ueli Maurer, aveva parlato di una probabile annessione della Lombardia alla Svizzera, visto che tale regione ‘rappresenta circa il 90% del totale di tutti gli scambi commerciali con il nostro Paese’. La proposta riscosse molto successo: a comprovarlo furono 200.000 firme. Non sarebbe un problema, dunque, per la Svizzera annettere la Lombardia, anzi l’unione apporterebbe vantaggi alla Confederazione. E poi l’italiano è già lingua ufficiale in Svizzera, insieme al francese e al tedesco. Per molti lombardi l’annessione non cambierebbe nulla, visto che ogni giorno devono recarsi in Svizzera per lavorare.

La petizione pro annessione del 2012

Era il 2012 quando sul sito petizionionline.it venne lanciata la petizione provocatoria sull’annessione della Lombardia alla Svizzera. Nel giro di poche ore, la petizione raccolse oltre 4.000 firme. Molti, dunque, vorrebbero far diventare la Lombardia il 27esimo cantone della Confederazione elvetica. Non è mai stato conosciuto l’autore della curiosa petizione, arrivata poco dopo le dichiarazioni del ministro svizzero Maurer. L’utente aveva esortato i lombardi a ‘prendere la palla al balzo’, enunciando tutti gli aspetti positivi di un’eventuale annessione: ‘Passeremmo al franco svizzero, con una diminuzione dei tassi d’inflazione, pagheremmo un minor pedaggio autostradale; e soprattutto continueremmo a parlare italiano, mantenendo dunque le nostre tradizioni. La Lombardia pagherebbe meno tasse, entrerebbe a far parte di un Paese efficientissimo e all’avanguardia, neutrale, estraneo all’influenza negativa dell’Unione europea e degli Stati Uniti’. La petizione scatenò le reazioni più disparate: se da un lato c’era chi ricordava che tante persone sono morte per l’unità d’Italia, altri sottolineavano che il corrotto Bel Paese non è lontanamente equiparabile alle civile, democratica e pacifica Confederazione elvetica. Qualche utente, più realista, aveva fatto notare che l’annessione sarebbe stata irrealizzabile perché la Lombardia conta 10 milioni di abitanti, mentre la Svizzera ne ha 8 milioni.

La Confederazione elvetica vuole diventare più grande

La domanda che si stanno ponendo adesso molti lombardi e non solo è: la Lombardia farà veramente parte della Svizzera entro il 2050? Si potrebbe rispondere affermativamente dopo aver letto il lungo articolo scritto da Simon Gemperli sull’ampliamento dei confini della Confederazione entro il 2050. Gemperli parla della necessità di una Svizzera più grande e di ‘ridefinire i confini elvetici’. Sono passati 500 anni da Marignano, battaglia che pose fine agli obiettivi espansionistici della Confederazione. La Svizzera fu obbligata ad arrendersi, perdendo il controllo del Ducato di Milano.

L’obiettivo della Svizzera, adesso, è di creare uno Stato più grande, che annovera circa 35 milioni di abitanti. Oltre alla Lombardia, infatti, l’annessione riguarderebbe anche il Liechtenstein ed diverse regioni della Francia, dell’Austria e della Germania. In Svizzera sanno bene che molti lombardi vorrebbero tanto annettersi; altrimenti, 5 anni fa, non sarebbe stata lanciata la petizione provocatoria sul sito petizionionline.it. In un articolo pubblicato su Nzz si legge: ‘Se si applicasse, come sancito dalla Carte delle Nazioni Unite, il principio dell’autodeterminazione dei popoli, a Berna arriverebbero subito le prime domande di adesione’.

loading...

La proposta di annessione di tutta la Lombardia alla Svizzera non piace a Giuliano Bignasca, numero uno della Lega dei Ticinesi, perché tale regione ha molti problemi e debiti. Qualche anno fa, Bignasca aveva detto che, al massimo, si sarebbe potuta creare un’integrazione con le province confinanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *