Sylvester Stallone costrinse 16enne a rapporto a tre? Nuovo scandalo a Hollywood

By | 17 novembre 2017

Un altro personaggio di Hollywood finisce nell’elenco dei presunti molestatori. Dopo lo scandalo Weinstein, molte donne sono uscite allo scoperto, rivelando gli abusi subiti dalle celebrità del piccolo e grande schermo. Adesso un altro nome eccellente: Sylvester Stallone. Una donna ha rivelato che, quando aveva 16 anni, era stata costretta dall’attore a un rapporto a 3 con la sua bodyguard Michael De Luca. Lo stupro sarebbe avvenuto in un albergo di Las Vegas dove l’attore di origini italiane stava girando ‘Over the top’, film famosissimo. Il fatto risale al 1986 ed è stato riportato nelle ultime ore dal Daily Mail. Tale tabloid avrebbe ricevuto un dossier della Polizia. Perché solo ora è venuta alla ribalta questa ennesima storia di abusi? La Polizia ha riferito che, all’epoca, la 16enne non denunciò perché ‘spaventata e intimidita’.

La vittima degli abusi voleva un autografo di Stallone

Tutto sarebbe nato da un autografo. Negli anni ’80 Sylvester Stallone era già famoso, grazie anche, e soprattutto, ai film della saga ‘Rocky’. La 16enne si trovava con i genitori in un hotel Hilton, a Las Vegas, ed incontrò il celebre attore. Gli chiese subito un autografo. Lui glielo fece e le chiese se voleva incontrarlo nei giorni successivi. La ragazzina ovviamente accettò l’invito. Non l’avesse mai fatto. Un giorno si ritrovò nella stanza di Stallone e venne obbligata al rapporto a tre con la sua guardia del corpo.

La donna, a distanza di molti anni, ricorda molto bene quello che subì nella camera di quell’albergo. Un’umiliazione incredibile. La 16enne avrebbe avuto dapprima un rapporto consenziente con Stallone, ma successivamente sarebbe stata obbligata ad altri rapporti, a cui partecipò De Luca, all’epoca 27enne.

Sembra che Stallone avesse anche minacciato la minorenne di non dire nulla di quegli abusi perché sia lui che la sua guardia del corpo erano coniugati.

‘Non mi sentivo affatto a mio agio, ma non avevo scelta’, ha dichiarato la donna, ricordando quei brutti momenti. La giovane confessò gli abusi prima a una sua amica e poi alla Polizia, ma scelse di non denunciare Sylvester Stallone perché aveva paura e si sentiva ferita nel suo amor proprio. E poi voleva dimenticare rapidamente quella terribile vicenda.

Sylvester Stallone accusato anche dalla sorellastra

Nel 1987 Stallone venne accusato di molestie sessuali dalla sorellastra Toni-Ann Filiti. Questa, deceduta un lustro fa, aveva raccontato di essere stata molestata per anni dall’attore.

Stallone aveva sempre smentito ogni accusa anche se, per chiudere il caso, aveva versato diversi milioni di dollari alla sorellastra.

Riguardo ai presunti abusi sulla 16enne, Sylvester Stallone ha negato fermamente l’accusa, sottolineando di non aver mai costretto nessuna minorenne ad avere rapporti con lui. Michelle Bega, portavoce di Sylvester, ha affermato: ‘E’ una storia ridicola, categoricamente falsa. Nessuno l’ha mai sentita fino alla pubblicazione adesso’.

Le accuse contro l’interprete di ‘Rocky’ arrivano dopo gli scandali che hanno visto coinvolti tanti politici e celebrità di Hollywood. Recentemente, il senatore Al Franken ha chiesto scusa perché l’inviata Leeann Tweeden aveva detto che lui l’aveva baciata e palpeggiata senza il suo consenso durante un tour del 2006.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *