Cronaca

Taranto: tragedia inspiegabile, bimba di 12 anni precipita dal balcone di casa…la piccola non ce l’ha fatta

Morte inaccettabile per una famiglia di Taranto

La città di Taranto oggi si stringe addolorata intorno alla famiglia della bimba di 12 anni caduta dal balcone di casa posto al terzo piano di uno stabile di  via Cesare Battisti al civico  167, nel pomeriggio di mercoledi 5 settembre, le cause dell’incidente sono ancora da accertare;  la tragedia ha sconvolto l’intera comunità della città pugliese; purtroppo anche se ricoverata ancora in vita, la bambina è spirata poche ore dopo. da accertare le cause della caduta nel vuoto.

I fatti riportati dai giornali locali

La dinamica precisa dell’accaduto non è ancora stata chiarita; dalle notizie trapelate si è saputo soltanto che la bambina dopo essere volata fuori dal balcone è stata un po trattenuta dai fili di un balcone sottostante usati per stendere il bucato ma purtroppo non è bastato ad attutire la caduta in modo efficace e  a salvarle la vita. La bimba è arrivata all’ospedale SS. Annunziata di Taranto in condizioni davvero gravissime e ricoverata nel reparto di Rianimazione con traumi, ed ematomi, fratture in tutto il corpo e un quadro clinico tragico, ma ancora in vita.

Epilogo doloroso

Nonostante i medici si siano prodigati per salvarla, la bambina poche ore dopo è stata dichiarata deceduta per morte cerebrale; i carabinieri giunti sul luogo stanno ancora procedendo con le indagini per chiarire la dinamica dei fatti che hanno portato alla morte della bimba; grande cordoglio da parte di tutta la città per la scomparsa cosi ingiusta di una giovane vita appena sbocciata. La data e l’ora delle esequie non è ancora stata comunicata ma è pronosticabile che tutti i cittadini saranno presenti per dare l’ultimo saluto alla piccola vittima di un tragico e inspiegabile destino. La redazione di zz7.it si unisce per le sentite condoglianze alla famiglia.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.