Terremoto nel Centro Italia: epicentro a Scurcola Marsicana

By | 11 settembre 2017

Terremoto di magnitudo 3.7 a Scurcola Marsicana, gente per stradaLa terra ha tremato nuovamente nel centro Italia. Una scossa sismica di magnitudo 3.7 ha intimorito gli abitanti di Scurcola Marsicana e tutte le persone che vivono nella Marsica. Il terremoto è avvenuto alle 21.58 di ieri, 10 settembre 2017. Secondo le informazioni pervenute nelle ultime ore, la scossa non avrebbe provocato danni a cose o persone. La paura è stata tanta però nella Marsica. Gli abitanti di Scurcola Marsicana sono subito scesi in strada. Lo spettro del terremoto, per tali persone, è tornato. L’Aquila e tutti i Comuni limitrofi non dimenticheranno mai il potente sisma del 2009. Adesso, comunque, la situazione è sotto controllo. I vigili del fuoco, il cui centralino è stato tempestato di chiamate, tra ieri e oggi, stanno monitorando la situazione. C’è chi, timoroso, ha passato la notte fuori casa. Per cautela le scuole di Scurcola Marsicana, epicentro del terremoto, e di altri Comuni, come Avezzano e Tagliacozzo, oggi resteranno chiuse. Oggi, in tali centri, sarebbe dovuto iniziare l’anno scolastico.

L’opinione degli esperti dell’Ingv

Terremoto nel centro Italia è nuova paura. Gli esperti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno detto che si è attivata una ‘nuova struttura’. La scossa di ieri sera, abbastanza potente, non è stata avvertita bene solo a Scurcola Marsicana, L’Aquila, Tagliacozzo e Avezzano ma anche in provincia di Rieti e in diversi Comuni romani. Maria Olimpia Morgante, sindaco di Scurcola Marsicana, dice che la situazione è sotto controllo. Solo tanta paura e niente danni o feriti.

‘Per motivi precauzionali abbiamo deciso di posticipare l’apertura delle scuole, la cui agibilità è stata verificata nei giorni scorsi. Le scuole sono sicure perché sono di nuova costruzione’, ha asserito la Sindaca di Scurcola Marsicana.

Il primo cittadino di Avezzano, Gabriele De Angelis, ha reso noto su Facebook che lunedì 11 settembre 2017 tutte le scuole resteranno chiuse a scopo precauzionale. Gli edifici verranno controllati attentamente. Decisione analoga è stata adottata dal sindaco di Tagliacozzo, Vincenzo Giovagnorio.

Terremoto in una delle zone più sismiche d’Italia

Non ci sarebbe alcun collegamento tra il terremoto delle ultime ore e quello del 2009 all’Aquila. Il presidente dell’Ingv, Carlo Doglioni, ha spiegato ai microfoni dell’Ansa: ‘Sicuramente si è attivata un’altra struttura. Questo terremoto è avvenuto in una zona a sud di Campotosto e vicinissima ad Avezzano, sede del terremoto del 1915: una delle zone più sismiche d’Italia’.

Gli esperti continueranno a monitorare la situazione nei prossimi giorni per verificare se la scossa di ieri sera abbia rappresentato un ‘evento isolato’ o ‘una sequenza’. Prima del terremoto a Scurcola Marsicana, la terra aveva tremato nel Piacentino. Un sisma di magnitudo 3.7  era stato rilevato nei pressi di Mortasso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.