Discute tesi di laurea al posto del figlio Luca, morto sul Cervino

By | 22 luglio 2017
loading...

Discute tesi di laurea di Luca Borgone, morto sul CervinoLuca Borgone, ragazzo 22enne di Cuneo, aveva tante passioni, tra cui l’alpinismo. Quando poteva si recava in montagna per grandi scalate. Purtroppo le passioni sono spesso rischiose. Lo scorso 8 luglio 2017  l’energico e sportivo Luca aveva perso la vita sul Cervino, durante una scalata. Cinque giorni prima aveva consegnato la sua tesi di laurea, che avrebbe dovuto discutere in questi giorni. Un dramma vero. Borgone era un ragazzo vitale e amato da tutti. Era anche studioso e, ultimamente, aveva lavorato sodo per preparare la sua tesi di laurea. Il suo grande lavoro, però, non è stato vano. La morte non ha vanificato i suoi sacrifici accademici. La madre ha deciso di discutere la tesi di laurea al posto suo. Non è stato semplice per mamma Cristina, anche lei grande appassionata di montagna e scalate, discutere la tesi del figlio morto, dal titolo ‘Gli effetti del succo di barbabietola sulla prestazione sportiva di alta quota’.

L’ultima foto di Luca sullo schermo

Cristina Giordano, madre di Luca Borgone, 22enne deceduto sul Cervino, si è presentata davanti alla commissione di laurea ed ha discusso la tesi del figlio. Tanta emozione in aula. Vicino a lei la figlia Giulia (sorella di Luca) che faceva scorrere le foto di Luca su un grande display. Sullo schermo è stata mostrata anche l’ultima foto del ragazzo, quella scattata sul Cervino ed ottenuta dai familiari del 22enne dopo il ritrovamento del suo orologio Gps. Il 22enne amava scattare foto durante le scalate per immortalare le incantevoli location che raggiungeva. Per la signora Cristina è stato un giorno memorabile quello della discussione della laurea del figlio anche perché ha discusso quella tesi che lei, anni prima, non era riuscita a presentare. Anche la signora Giordano, infatti, ha studiato Biologia, interrompendo però gli studi a 2 esami dalla laurea. Cristina, insomma, era arrivata molto vicino alla laurea.

‘Luca è qui con noi’

Prima di iniziare a discutere la tesi nell’aula magna, colma di giornalisti, docenti e studenti, sul maxi schermo è apparsa una splendida immagine del Cervino, il luogo dove è morto Luca Borgone. La signora Cristina si è data forza, ha preso fiato, ed ha detto: ‘E’ lì che Luca ha iniziato la sua nuova vita. Questa foto l’ha scattata nell’esatto momento della sua dipartita, quelle sono le nuvole che lui ha visto… L’abbiamo potuto ricostruire quando il suo orologio satellitare è stato ritrovato, con i minuti, la quota a cui era salito…’. Cristina Giordano è una donna molto credente ed ha raccontato alle persone presenti nell’aula magna che ha sempre condiviso le passioni con suo figlio Luca, dallo sport allo studio. La signora ha ricordato poi che ‘Luca è qui con noi, non dobbiamo scandalizzarci di essere comunque felici’.

Luca aveva tante passioni, a detta della mamma, tra cui lo studio, lo sport e la corretta alimentazione. Non a caso, la sua tesi era incentrata proprio sul regime alimentare in alta quota. Cristina ha ricordato che Luca era un ragazzo speciale, amante delle scalate e della alte quote, delle cime più alte. Dopo aver discusso la tesi di Luca, la commissione di laurea ha consegnato alla signora Giordano un attestato. Ovviamente, la presidente della Commissione, Daniela Pessani, si è complimentata con la mamma del 22enne. All’uscita dell’aula magna, tanti ragazzi con la corona d’alloro in testa si sono congratulati con la signora Giordano, proprio come avrebbero fatto con Luca, se fosse stato lì in quel momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *