Texas, arrestata come Houdini: si toglie le manette e ruba auto Polizia

By | 7 settembre 2017

Texas, Arrestata si Toglie Manette e Fugge con Mezzo della Polizia: Inseguimento RocambolescoScene da film in Texas. Una donna, Toscha Fay Sponsler, era stata arrestata e messa nell’auto della Polizia. Gli agenti non avrebbero mai immaginato che la 33enne sarebbe stata capace di togliersi le manette e, rapidamente, mettersi alla guida del veicolo. Un gesto che neanche il grande Houdini sarebbe stato capace di fare. La donna era stata messa in manette sabato scorso e costretta a sedersi sui sedili posteriori di un SUV della Polizia. In America vi sono tante telecamere nei mezzi delle forze dell’ordine e quelle dell’auto in cui si trovava Toscha avevano ripreso scene incredibili, da film. I filmati ritraggono la trentenne che si toglie le manette e, sfruttando una disattenzione degli agenti, balza sui sedili anteriori e mette in moto. Toscha era riuscita a darsi alla fuga. I poliziotti allora si erano messi ad inseguirla con un altro mezzo. L’inseguimento è durato circa 23 minuti, finché la donna non è andata a finire contro un albero.

La caccia al cardiopalmo

Inseguimento rocambolesco in Texas qualche giorno fa. Toscha Fay Sponsler è stata arrestata due volte nello stesso giorno. Adesso la trentenne è in cella. La cauzione è stata fissata a 18.000 dollari. Numerose le accuse che le sono state rivolte, come uso non autorizzato di un veicolo della Polizia, aggressione, evasione e possesso di metamfetamina.

Il Lufkin Police Department ha scritto sul suo profilo Facebook riguardo al rocambolesco inseguimento di sabato scorso: ‘L’arrestata ha costretto gli agenti a un inseguimento durato 23 minuti, a 100 km/h, iniziato a Ulta e terminato a Zavalla, dopo che un DPS Trooper ha usato una manovra PIT per farle perdere il controllo del veicolo’.

Una lezione per la Polizia texana

Mentre era alla guida del mezzo della Polizia, la Sponsler avrebbe anche cercato di afferrare il fucile bloccato nel mezzo, senza però riuscirci. Il gesto è confermato dai filmati.

Quando il veicolo guidato dalla trentenne ha terminato la sua corsa contro un albero, molti poliziotti lo hanno circondato, puntando le pistole verso Toscha. Questa è stata poi stesa per terra e ammanettata, ancora una volta. Dopo l’arresto, la donna ha rifiutato le cure mediche, preferendo farsi portare subito nel carcere della contea di Angelina.

Il Dipartimento di Polizia di Lufkin ha comunicato che l’episodio difficilmente verrà dimenticato. Scene del genere non possono finire nel dimenticatoio perché rappresentano dei pungoli per la Polizia, dei moniti a mantenere sempre elevato il livello di attenzione. I delinquenti generalmente non si calmano mai, nemmeno con le manette, e i più abili e astuti possono compiere azioni straordinarie come quelle di Toscha Fay Sponsler.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.