Torino, 15enne ucciso da una Mercedes

By | 22 ottobre 2016

Un altro incidente stradale mortale a Torino. Stavolta la vittima è un 15enne. Il ragazzino residente a Venaria è deceduto dopo qualche ora dal ricovero al ospedale ‘Giovanni Bosco’. Alessandro Belvedere stava attraversando la strada quando una Mercedes l’ha travolto.

Il pirata della strada si è dato alla fuga

Il conducente della Mercedes che ha investito il 15enne si è dato alla fuga ma, poco dopo, è stato ritrovato dalle forze dell’ordine. Sono state fondamentali le informazioni fornite dagli amici del minorenne e da vari automobilisti che avevano assistito alla scena. Il pirata della strada è risultato negativo sia all’alcoltest che al drug test. L’uomo, un 44enne, ha affermato di non essersi accorto di nulla. Una giustificazione che non regge. Ora il proprietario della Mercedes dovrà rispondere di omicidio stradale e omissione di soccorso. La Mercedes aveva perso, nell’impatto, anche parte dello specchietto retrovisore.

loading...

Le forze dell’ordine hanno scoperto che il 15enne di Torino non si trovava sulle strisce pedonali al momento dell’impatto. La causa della tragedia potrebbe essere l’alta velocità. Ai militari l’uomo ha detto di non essersi reso conto di aver travolto un ragazzino. Sarà vero?

Molti incidenti stradali a Torino

Nell’arco di pochi giorni, a Torino si sono registrati molti incidenti stradali, diversi anche mortali. Alla fine dello scorso mese, ad esempio, una donna è morta dopo essere uscita fuori strada con la sua vettura. Tudora Neacsu, una romena 37enne, madre di un 13enne, ha perso la vita della sua Ford Focus. Si stava recando a Carignano per prestare assistenza a un anziano. Non si conosce il motivo per cui la donna abbia perso il controllo del mezzo; si sa solo che l’impatto è stato molto violento. La vettura è finita in un terreno e si è ribaltata. Vano il tempestivo intervento del personale della Croce Rossa di Carignano, che ha cercato di rianimare la romena. Tudora è morta sul colpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *