Toyota elimina auto diesel, ibrido è meglio: ecco il motivo

By | 4 gennaio 2018

Toyota Italia ibrido gasolioToyota ha deciso di far scomparire tutte le auto diesel. La crociata contro il gasolio parte proprio dall’Italia, Paese dove, rispetto alle altre nazioni europee, circolano troppi veicoli diesel. A comunicare la svolta del costruttore nipponico è stato il CEO di Toyota Motor Italia, Andrea Carlucci, secondo cui ‘è arrivato il momento del coraggio’. Dal 1 gennaio 2018 il noto brand nipponico non commercializza più auto diesel in Italia. Chi vorrà acquistare un nuovo veicolo Toyota, dunque, dovrà optare per le vetture a benzina e quelle ibride (con propulsore elettrico e termico).

Concessionarie Toyota italiane senza veicoli ibridi

‘Piano piano ci arriveranno tutti. Per quanto ci riguarda, puntiamo all’ibrido per il 70% della domanda complessiva e, nel 2019, all’80%. È il momento giusto per una scelta del genere. Del resto, la richiesta di auto diesel per noi era ormai marginale’, ha affermato Carlucci.

Quando verranno venduti tutti i veicoli alimentati a gasolio, ai concessionari non arriveranno più vetture a gasolio, eccetto i veicoli commerciali.

Non è la prima volta che Toyota Motor Italia esprime la sua riluttanza per i veicoli a gasolio: anni fa destarono scalpore numerosi spot radiofonici contro i motori a gasolio.

Toyota Italia ibride diesel

Dopo l’Italia, Toyota potrebbe espandere la campagna anche in altre nazioni europee.

‘La decisione conferma la nostra volontà di potare avanti il processo di elettrificazione delle auto, alla base dell’obiettivo da poco annunciato di arrivare a vendere entro il 2030 oltre 5,5 milioni di vetture elettrificate l’anno, incluso 1 milione di veicoli a emissioni zero’, ha precisato Toyota Motor Italia.

Oltre 180mila italiani hanno scelto l’ibrido Toyota

Ma in dettaglio quali veicoli Toyota potranno acquistare, d’ora in avanti, gli automobilisti italiani? Beh, ovviamente le motorizzazioni ibride. Poi quelle a benzina. Una decisione che renderà felici tutti gli appassionati di motori ibridi e coloro che vogliono rispettare l’ambiente.

Gli italiani che hanno scelto l’ibrido Toyota sono stati più di 180mila, ovvero il 60% delle vendite totali del gruppo Toyota e Lexus. Ecco i modelli ibridi Toyota più venduti in Italia:

  1. Yaris
  2. C-HR
  3. Auris
  4. Rav4

Perché scegliere l’ibrido è meglio?

Le vetture ibride sono apprezzate sempre di più perché non inquinano, o meglio inquinano poco. Merito del motore elettrico e del propulsore a combustione interna.

Ogni marchio ha un suo sistema ma generalmente il passaggio da benzina a motore elettrico è automatico, In alcuni casi è il conducente a scegliere quando passare dalla benzina all’elettricità, riducendo così le emissioni di smog e risparmiare.

Il 2017 è terminato ma Toyota ha già fatto il punto della situazione riguardo al commercio delle auto ibride. Nel 2017 la vendita di auto ibride ha subito una vera impennata. I motivi sono essenzialmente due: i vantaggi notevoli derivanti dal possesso di tali veicoli e il progresso delle tecnologie. Oggi le vetture ibride sono veramente affidabili.

Vantaggi e svantaggi dell’ibrido

Il principale punto di forza di una macchina ibrida è la disponibilità di due motori, da usare in base alle circostanze.

Chi possiede un veicolo ibrido può seriamente ridurre le emissioni inquinanti e quindi contribuisce alla difesa dell’ambiente. Chi acquista ibrido, insomma, vuole lottare contro lo smog.

Le auto ibride inoltre sono poco rumorose e non hanno nulla da invidiare alle classiche vetture sul piano del comfort.

Il motore a scoppio viene solitamente sfruttato quando si compiono tragitti lunghi; quello elettrico, invece, in città. Ma le auto ibride hanno anche difetti?

Solitamente chi viaggia spesso in autostrada non si accorge del risparmio neanche con una vettura ibrida, poiché il motore impiegato è sempre quello a scoppio.

E’ in città che il motore elettrico dà il meglio. Non è un caso che molti tassisti italiani hanno scelto da tempo vetture ibride.

Colonnine elettriche Italia

Prezzo alto

Un altro svantaggio delle vetture ibride è il prezzo. In genere un’auto ibrida costa in 40% in più rispetto all’omologa con motore a scoppio. Chi intende acquistare un veicolo del genere, quindi, deve riflettere bene su come lo userà, o meglio che tragitti affronterà.

Rispetto alle classiche vetture, poi, quelle ibride hanno una manutenzione più costosa.

Un terzo handicap delle auto ibride riguarda la batteria, o meglio le modalità di ricarica della batteria. Nelle città italiane ci sono poche colonnine di ricarica.

Ibrido sì, dunque, ma meditate prima dell’acquisto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.