Transessuale allatta il figlio: la prima volta al mondo

By | 16 febbraio 2018

transessuale-neonato-allattamento-UsaPer la prima volta al mondo, una transessuale è riuscita ad allattare il figlio. Bisogna precisare che la trans si sottopone da svariati anni a una cura che tende a far acquisire i caratteri sessuali secondari della femmina. La terapia, chiaramente, è ormonale. La trans ha avuto il figlio dalla partner, con cui convive da molto tempo. Un caso simile non era mai stato contemplato dalla letteratura scientifica e, recentemente, è stato ben descritto dal magazine Transgender Health.

Attuato il protocollo ormonale per lattazione indotta non puerperale

La trans 30enne aveva detto agli specialisti del Center for Transgender Medicine and Surgery del Mount Sinai Hospital, a New York, che la compagna era recalcitrante all’allattamento. Gli esperti hanno affermato che ‘la storia medica mostrava una significativa incongruenza di genere, per la quale la paziente ha iniziato nel 2011 una terapia con ormoni femminilizzanti che stava seguendo anche al momento della prima visita’.

Il personale sanitario newyorkese ha subito attuato il protocollo ormonale per la ‘lattazione indotta non puerperale’, sfruttato anche per favorire la produzione di latte anche nelle donne. La terapia ormonale, coniugata alla sollecitazione con un tiralatte, ha permesso alla transessuale di produrre, dopo un trimestre,  una quantità di latte necessaria per alimentare il neonato durante il primo semestre di vita.

Neonato è cresciuto senza problemi

Gli studiosi hanno detto che, durante i primi sei mesi di vita, lo sviluppo del bebè è stato normale. Insomma, il piccolo è cresciuto senza problemi, come se fosse allattato da una donna. I ricercatori americani hanno spiegato durante un’intervista al Washington Post: ‘Noi vogliamo offrire ai nostri pazienti tutte le opzioni possibili e questo caso è un passo in avanti’.

La trans ha dovuto assumere 10 milligrammi di domperidone 3 volte al giorno. All’inizio le era stato detto di usare anche un tiralatte per 5 minuti su ciascun seno, 3 volte al giorno. L’assunzione di estradiolo, domperidone e progesterone micronizzato è stata aumentata e diminuita a seconda dell’utilizzo del tiralatte. La transessuale è stata dunque la sola fonte di nutrimento del neonato per le prime 6 settimane di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.