Trattenere uno starnuto è pericoloso: 34enne con la gola rotta

By | 16 gennaio 2018

Ecco perché non si dovrebbe mai bloccare lo starnutoQuante volte, trovandoci davanti a una o più persone, pur di non starnutire blocchiamo le narici? Tante. Beh, ciò andrebbe evitato perché è pericoloso. Un team di medici dello University Hospital di Leicester (Gran Bretagna) ha detto che ‘fermare uno starnuto bloccando le narici e la bocca è una condotta pericolosa e dovrebbe essere evitata’. Quando si sente il bisogno di starnutire, non bisogna stringere il naso e chiudere la bocca. Il rischio di subire danni importanti è elevato. Un 34enne che tentato di ‘soffocare’ uno starnuto si è rotto letteralmente la gola. Non c’è stata via di sfogo, quindi lo starnuto ha generato una pressione così imponente da ledere i tessuti molli.

Salvato dai medici

Il 34enne rimasto con la gola rotta ha confessato che gli era sembrato che il suo collo stesse esplodendo. Poi non è più riuscito a parlare e deglutire. Fortunatamente, i medici lo hanno salvato ed ora è in buone condizioni di salute.

I medici sconsigliano di ‘soffocare’ gli starnuti per evitare pericoli. Meglio far uscire l’aria, magari mettendo un fazzoletto davanti al naso e alla bocca.

Meglio lasciare andare

‘Io non consiglio la soppressione di uno starnuto con qualsiasi metodo, sia pizzicando il naso o starnutendo consapevolmente a gola chiusa’, aveva spiegato, 8 anni fa, Alan Wild, medico chirurgo e docente di otorinolaringoiatra presso la Scuola di Medicina dell’Università di Saint Luis.

Wild aveva anche osservato che non è lo stesso bloccare lo starnuto in via d’uscita ed arginare la voglia di starnutire: ‘Sfregando il naso, respirando con forza attraverso il naso, e premendo sul labbro superiore sotto il naso può alleviare la voglia di starnutire, ma una volta che s’inizia a starnutire, di solito è meglio lasciare andare’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.