Cronaca

Treno travolge ragazzo seduto sul marciapiede: shock a Finale Ligure

Finale-Ligure-treno-incidente-vittimaUn treno ha investito e ucciso un 21enne seduto su un marciapiede della stazione di Finale Ligure, in provincia di Savona. Il ragazzo, secondo le prime informazioni, si era seduto sul marciapiede vicino al secondo binario. Quando alcuni macchinisti lo hanno notato hanno immediatamente attivato il freno d’emergenza ma il gesto è stato inutile. L’impatto è stato forte e non ha lasciato scampo al giovane. Quel treno merci transitava a una velocità elevata e non è riuscito a fermarsi in tempo.

Suicidio o tragica fatalità?

Dopo l’incidente sono accorsi sul posto gli operatori sanitari, che però non hanno potuto fare altro che appurare la morte del 21enne. Sul posto anche i carabinieri, che stanno cercando di scoprire se il ragazzo fosse solo o con qualcun altro e, soprattutto, perché si era seduto su quel marciapiede. Ha cercato di suicidarsi o è stata una tragica fatalità? Le indagini continuano.

Gli investigatori di Finale Ligure e Albenga continuano ad indagare sull’agghiacciante episodio avvenuto venerdì sera. Verranno visionati anche i video ripresi dalle telecamere di videosorveglianza poste nei pressi della stazione di Finale Ligure. Il ragazzo morto venerdì scorso è la seconda vittima sui binari, in Liguria, nell’arco di una settimana. Perché tutte queste persone travolte dai convogli in tale regione? Un marocchino 21enne, tra martedì e mercoledì scorso, era stato travolto e ucciso da un treno nei pressi della stazione di Sestri Levante.

Il marocchino investito a Sestri Levante

Aveva 21 anni, come l’italiano morto venerdì scorso, il marocchino investito e ucciso da un treno vicino alla stazione di Sestri Levante. Lo straniero, Abdelrrahim Boukarym, era stato preso in pieno da un Freccia Bianca 8680 Roma-Genova. Un colpo potente che non gli aveva lasciato scampo. Una scena che il macchinista non dimenticherà mai. L’uomo, scioccato, ha raccontato di aver notato e illuminato il marocchino, senza però riuscire a fermare il pesante convoglio. Quell’uomo non è stato in grado di fare nulla per salvare quel giovane: ‘Credevo che quel ragazzo si fermasse, invece quando ha visto arrivare il treno ha tentato di attraversare i binari’.

Il marocchino ucciso nei giorni scorsi a Sestri Levante viveva a Leivi, piccolo Comune non molto distante da Chiavari. Non si conosce il motivo per cui si trovava a Sestri Levante. I carabinieri e gli agenti della Polfer sono arrivati immediatamente sul luogo della tragedia insieme al personale sanitario ed hanno iniziato a svolgere le prime indagini. Ipotizzano che il marocchino abbia saltato un muro e attraversato i binari per giungere prima dall’altra parte della stazione, evitando così il sottopasso. Gli investigatori stanno cercando di scoprire se la zona dove è avvenuta la tragedia sia isolata adeguatamente e ben custodita.

La tragedia di Quarto

A marzo dell’anno scorso, invece, un incidente ferroviario mortale si era verificato alla stazione di Quarto. Il dramma aveva mandato in tilt il traffico ferroviario. All’inizio non era chiara la dinamica dell’incidente, anche se l’ipotesi suicidio era quella più autorevole. Un uomo era stato preso in pieno dal treno regionale partito da Sestri Levante e diretto a Savona. Gli operatori del 118 non avevano potuto fare altro che accertare la morte dell’uomo.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.