Trento, bimba di un anno cade dal quarto piano e muore

By | 6 maggio 2018

Bimba cade dalla finestra a TrentoTragica fatalità a Trento. Una bimba di un anno è caduta dal quarto piano della sua casa ed è morta. Gli operatori sanitari, arrivati immediatamente, non sono riusciti a rianimarla. Il corpicino della piccola è finito nel giardino di una palazzina nel quartiere Piedicastello, area ovest del centro trentino. Il dramma è avvenuto poco prima delle 19. Gli investigatori stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’episodio, che ancora appare poco chiara.

Salita sul letto?

I genitori della bimba di Trento si erano recati a casa di amici. Doveva essere una serata serena, di relax, invece è accaduta una tragedia. Non è escluso che la minore, mentre i genitori parlavano con gli amici, sia salita su un letto e si sia sporta troppo dalla finestra, cadendo giù.

I carabinieri stanno eseguendo i primi accertamenti nel quartiere Piedicastello di Trento. La bimba ha riportato ferite troppo profonde. Il personale sanitario, arrivato subito, non ha potuto fare nulla per strappare la bambina alla morte. Secondo una prima ricostruzione, la bimba stava giocando con i fratelli quando è volata dalla finestra. Un volo di svariati metri che non le ha lasciato scampo.

Studentessa milanese fuma spinello e cade dalla finestra

Giornate di gente che vola dalla finestra in Italia. L’episodio di Trento arriva dopo pochi giorni dalla notizia della studentessa di Milano caduta dalla finestra di un hotel, a Napoli, durante una gita scolastica. La ragazzina si è procurata varie lesioni e fratture al bacino. Il motivo della caduta? Uno spinello ceduto da qualche amica.

E’ stato lo stesso preside della scuola frequentata dalla studentessa milanese volata dalla finestra, a Napoli, a riferire che la giovane aveva fumato uno spinello e si era sporta dalla finestra per prendere un po’ d’aria. Dopo la caduta, la 17enne era stata trasportata urgentemente al Cardarelli di Napoli e poi trasferita al Niguarda di Milano.

L’istituto Ipsia Mainardi di Corbetta ha reso noto che la 17enne caduta dalla finestra si sta riprendendo. Sull’episodio, però, indagano ancora le forze dell’ordine perché si deve scoprire chi ha ceduto lo spinello alla ragazzina volata dalla finestra. La ragazza è stata molto fortunata. Cadere nel vuoto significa spesso morire: lo sanno bene i genitori della bimba di un anno morta nelle ultime ore a Trento.

Studentesse denunciate

Due ragazzine, amiche della studentessa milanese caduta a Napoli, sono state denunciate per cessione di sostanze stupefacenti e lesioni in conseguenza di altro reato. Per gli inquirenti sarebbero state loro a consegnare lo spinello alla 17enne.

Il dirigente scolastico dell’istituto Ipsia Mainardi di Corbetta non ha negato la spacconata della studentessa, che comunque definisce una ‘ragazza modello’: ‘Ha fatto una stupidata. Qualcuno dei ragazzi ha comprato dell’erba per strada, durante la gita a Napoli e l’ultima sera prima del ritorno a Milano se la sono fumata in compagnia, hanno fatto branco. La 17enne si è sentita un po’ male ed ha aperto la finestra per prendere aria, e in quel momento ha perso l’equilibrio ed è caduta giù. Per fortuna era una stanza al primo piano’.

Già, la studentessa milanese si trovava in un locale al primo piano di un hotel napoletano. La bimba di Trento, invece, si trovava in un appartamento al quarto piano. Circostanza fatale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *